venerdì, Settembre 24, 2021
HomeSportAndreazzoli come Mazzarri: il 3-5-2 da Napoli arriva a Bergamo

Andreazzoli come Mazzarri: il 3-5-2 da Napoli arriva a Bergamo

Col 3-5-2 sulla scia del Napoli, la Roma vince 2-3 a Bergamo.

Roma che a Bergamo si presenta col modulo vincente contro la Juventus, ma con interpreti un po’ diversi vista l’assenza dei due baluardi Totti e De Rossi, entrambi squalificati per un  turno.

Andreazzoli propone ancora una volta un modulo che ricorda il gioco del Napoli di Mazzarri. In porta confermato Stekelenburg, titolare nelle ultime tre, poi la difesa a tre che vede un esterno adattato ossia Piris ( il corrispettivo di Campagnaro nel Napoli) mentre al centro Burdisso fa ripartire l’azione e offre spessore tecnico, così come Cannavaro, reparto poi dal giovane Marquinhos.

Per quanto riguarda gli esterni confermato Torosidis a destra, mentre a sinistra torna dal 1′ Balzaretti ( uno difende e l’altro attacca), mentre invece Marquinho e Lamela, e pure qui ritorna il paragone se si pensa ad Hamsik e Pandev/Insigne, vanno a fare i trequartisti alle spalle di Osvaldo, in luogo di Cavani, tolto poi nel secondo tempo per far entrare Tachsidis: l’italo-argentino manca l’appuntamento con l’atteso goal dell’ex. Presentazione speculare non a caso visto che lo sceicco, che in questi giorni ha deciso di investire sulla Roma, per la prossima stagione vuole il tecnico toscano, anche se pare che Andreazzoli si stia giocando bene la sua chance.

Veniamo alla partita, che forse non si doveva giocare a causa del tempo e infatti i giocatori si trovano ad affrontare mille difficoltà per la neve, preso allora il pallone arancione per distinguerlo nel bianco che ricopre il terreno.

L’ “Azzurri d’Italia” già stadio ostico di per sè presenta dunque anche alcune attenuanti che potrebbero giustificare la brutta prestazione di Lamela.

Partita però lucida e coraggiosa per tutti gli altri: in vantaggio ci va l’Atalanta all’ 8′ con Livaja, arrivato a gennaio dall’Inter nell’ambito dell’affare Schelotto.

Subito però pronta la reazione di una Roma finalmente non più remissiva nelle partite esterne: una gran botta di Marquinho al 12′ e una punizione di Pjanic al 34′ portano i giallorossi in vantaggio. Primo tempo però che si chiude col pareggio sempre ad opera di Livaja, arrivato dopo un errore per parte: un retropassaggio di Burdisso parato da Stekelenburg e ancora prima un erroraccio di Contini, di cui non approfitta Osvaldo.

Nel secondo tempo dentro il “senatore” Perrotta e il giovane Florenzi al posto di Pjanic e Lamela per dare “densità a centrocampo” per dirla in maniera spallettiana ( come si sa Andreazzoli era il tattico dell’allenatore di Certaldo)

Entra anche Tachsidis , ma è l’altro greco già in campo ossia Torosidis che di testa beffa Consigli al 26′ del secondo tempo e si regala il primo goal con la sua nuova squadra. La partita finisce con l’Atalanta in 10, espulso l’ex Siena Contini per doppia ammonizione.

La Roma ritrova il successo in trasferta che mancava dalla partita a Siena. Esulta Andreazzoli! Nonostante la nevicata intensa i giallorossi compiono l’impresa in una partita emozionanente fino all’ultimo secondo.

Emanuele La Veglia

Andreazzoli come Mazzarri: il 3-5-2 da Napoli arriva a Bergamo
Redazione web
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI