La nazionale di calcio torna al San Paolo dopo 7 anni

La Nazionale di Prandelli giocherà a Napoli il 15 ottobre

di Redazione

Napoli – La Nazionale italiana di calcio torna a giocare a Napoli dopo ben 7 anni. Il 15 ottobre si terrà allo stadio San Paolo di Fuorigrotta la partita per la qualificazione ai mondiali contro l’Armenia. “Napoli si candida ad essere una città dello sport” ha sottolineato il sindaco de Magistris, non soltanto perchè i napoletani amano il calcio, ma perchè lo sport è uno strumento che “veicola valori di legalità, solidarietà, etica”. L’evento sarà occasione per coinvolgere in attività ludiche e sportive i giovani calciatori delle squadre di Napoli e dintorni grazie all’allestimento, da domenica 13 a martedì 15 ottobre, del Puma Village alla Rotonda Diaz.

Lunedì 14 ottobre, per testimoniare la vicinanza alle problematiche del territorio campano, la Nazionale di Cesare Prandelli incontrerà la squadra Nuova Quarto Calcio per la legalità e si allenerà sul campo dei giovani quartesi, proprietà sequestrata ad un imprenditore accusato di collusioni con la camorra. Ciro Amorosetti, tecnico della Nuova Quarto per la legalità ha già dichiarato che “incontrare la Nazionale è un evento storico” per la sua squadra, promossa quest’anno al Campionato di Eccellenza, ma soprattutto simbolo di lotta alla camorra e all’illegalità.

Guidata da quasi due anni dall’amministratore giudiziario Luca Catalano e dal responsabile regionale dell’associazione antiracket Sos impresa Luigi Cuomo, la squadra di calcio di Quarto nasce da un’idea del pm Ardituro e non ha ancora vita facile: “in qualche campo ci hanno trattato veramente male – ha affermato Amorosetti – ma siamo stati bravi a non cadere mai nelle provocazioni. In ogni partita, cerchiamo di essere leali e di portare la nostra testimonianza attraverso un calcio pulito”.

10 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.