De Laurentiis

De Laurentiis: “Per lo scudetto stiamo arrivando”

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, attraverso i microfoni di Radio Kiss Kiss traccia un bilancio dei risultati della sua squadra

“Per lo scudetto stiamo arrivando. Un passo alla volta”. Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nel giorno di Pasqua, fa gli auguri, attraverso i microfoni di Radio Kiss Kiss e del sito della società, approfittando per tracciare un bilancio dei risultati della ‘sua’ squadra. “Anche questa stagione – scrive – ci sta regalando tante soddisfazioni e ancora tante ce ne potrà regalare da qui al termine del campionato, grazie al lavoro dell’allenatore e di un gruppo fantastico”. Una grande stagione, “ma non è ancora finita – precisa De Laurentiis -. Vogliamo migliorare il record dei punti, dei gol e delle vittorie in trasferta. E per il tricolore… Ci siamo quasi!”.

Il patron si è soffermato sui numeri della sfida di sabato sera. “Al San Paolo eravamo presenti in oltre 37.500, auguri ai tifosi delle Curve, Distinti, Tribune, auguri a quelli dello stadio virtuale. Noi abbiamo implementato come unità la nostra struttura e stiamo spaziando dal Sudamerica alla Cina all’Australia. Il numero di tifosi che credevamo di 12mln è molto superiore, molti tifano per il Napoli e sono circa 120mln nel mondo. Questo deve rallegrare tutti i napoletani”.

“Contro l’Udinese abbiamo realizzato tre bellissimi gol. Non facciamo i catenacciari, senza allusioni a nessuno, non vogliamo offendere nessuno. Sono un uomo che ha sempre vissuto nel mondo dello spettacolo, sono felice di avere una squadra che gioca un calcio spettacolare, apprezzato in Europa”. Così ha proseguito De Laurentiis. “Il nostro è un calcio giocato a fronte alta. A volte i criticoni dicono che forse la squadra non ha troppa esperienza… Mio padre avrebbe detto ‘jatevenne!’, ma cosa volete? Non vi va mai bene nulla!”. “Che bilancio faccio della stagione? Partirei sicuramente – dice ancora De Laurentiis – dal fatto che il Napoli sta disputando una grande stagione. Abbiamo gli stessi punti dello scorso anno, nonostante che abbiamo giocato la Champions e non l’Europa League, con maggiore dispendio di energie e nonostante infortunio di Milik. Siamo l’unica squadra in Europa ad avere 4 giocatori in doppia cifra”. (Ansa).