Il Napoli suona la Marsigliese

Al Velodrome gli azzurri vincono 2-1

di Diego Scarpitti

Olympique Marsiglia-Napoli 1-2. “Allons enfants de la Patrie. Le jour de gloire est arrivè!”. Il Napoli di Benitez suona a gran voce la Marsigliese.  “Avanti figli della Patria. Il giorno della gloria è arrivato”. Ed è proprio così. Il riscatto è avvenuto. Napoli conquista la sua Bastiglia. Gli azzurri fanno breccia in terra straniera. Oltralpe risuona solo Go West. I partenopei sfondano la linea Maginot e artigliano la seconda vittoria nel gruppo F.

Al Velodrome, struttura avveniristica, impianto polifunzionale, cui l’amministrazione comunale nostrana farebbe bene ad ispirarsi per il San Paolo, Callejon al 42’ e Zapata al 67’ sigillano un prezioso successo. Anche se Higuain fallisce- come Pandev all’Olimpico- una clamorosa palla gol, el Pipita fornisce l’assist vincente per la prima rete della serata. Lo spagnolo aggancia, rientra e scaglia la sua saetta, centrando il bersaglio. Il dardo scoccato dal numero 7 trafigge Mandanda.

Nella ripresa il vantaggio maturato consente agli ospiti di controllare il gioco, concedere poco e ripartire in velocità.  Un’azione da manuale del calcio permette ai napoletani di raddoppiare. La coralità dei singoli e il tacco di Mertens liberano l’attaccante colombiano che insacca alla Del Piero. Zapata segna il suo primo gol in Champions e ancor più con la maglia azzurra. Meglio di così non si può.

Ayew all’86’ prova ad aprire una partita già conclusa.

Napoli in testa al girone a 6 punti.

Allons, Allons Napolì.  Le ciel est toujours bleu clair.

 

22 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.