martedì, Luglio 23, 2024
HomeSportDe Laurentiis: "Scontri stadio? Serve legge Thatcher. Festa scudetto anticipata porta iella"

De Laurentiis: “Scontri stadio? Serve legge Thatcher. Festa scudetto anticipata porta iella”

Aurelio De Laurentiis, presidente del Calcio Napoli, a margine del convegno “Verso lo stadio del futuro” organizzato dalla Serie A al Coni, sugli scontri al Maradona.

“E’ una storia che dura da 50 anni, finché non si prende la legge della Thatcher, mutandola in Italia, avremo sempre questi problemi”. Lo ha detto Aurelio De Laurentiis, presidente del Calcio Napoli, a margine del convegno “Verso lo stadio del futuro” organizzato dalla Serie A al Coni, commentando quanto successo al Maradona con gli scontri tra tifosi azzurri in curva. “Quelli non sono veri tifosi, sono delinquenti ai quali si permette di andare allo stadio, mortificando famiglie e veri tifosi con episodi che sono sotto gli occhi di tutti”, ha concluso.

“A forza di parlare di festa Scudetto non è che ci portiamo iella da soli e ci si ammoscia lo scudetto? I napoletani già stanno festeggiando in tutta la città e di questo sono preoccupato essendo scaramantico”. Ha aggiunto il patron azzurro. “Il futuro degli stadi in Italia”. “Mi sembra un po’ una follia ma fa parte del colore napoletano”, ha poi aggiunto parlando ancora dei festeggiamenti in città, mentre commentando la battuta d’arresto con il Milan ha detto di “non essere preoccupato in chiave Champions”.

Lo screzio tra Maldini e Spalletti, invece, lo etichetta con un episodio che “ci può stare” perché “quelli sono momenti in cui il risultato di una partita ti può far suscitare reazioni”. Conclude parlando della stagione comunque positiva del suo Napoli individuando nel mercato la chiave di volta. “Non aver avuto alcuna difficoltà a levare le pecore nere ha contribuito – ha concluso – Si può arrivare a scadenza e scegliere di andare via se non ci si sente partenopei. Credo che i giovani che abbiamo oggi si siano resi conto di essere un corpo unico. Finalmente siamo in undici o ventidue, piuttosto che essere in 3 o 5 a essere partenopei”.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI