sabato, Settembre 18, 2021
HomeCronaca"Non posso venire da Decathlon, devo andare a prendere i soldi dalle...

“Non posso venire da Decathlon, devo andare a prendere i soldi dalle pu…”

Attraverso l’utilizzo di telefoni cellulari, anche dal carcere gli affiliati al clan Sibillo riuscivano a tenere sotto controllo le attività illegali, come lo sfruttamento della prostituzione.

Sfruttava la prostituzione dal carcere di Secondigliano Giuseppe Gambardella, detto “Peppe a’ Pign” (Peppe la pigna, ndr), 29 anni, ritenuto elemento di spicco del gruppo camorristico fondato dal baby boss Emanuele Sibillo, attraverso un telefono cellulare con il quale si teneva costantemente in contatto con la compagna Carmela Napoletano, 24 anni circa i prelievi di denaro. La circostanza emerge nell’ambito dell’inchiesta sul “micro-clan” che ieri ha portato all’arresto di una ventina di esponenti del gruppo camorristico dei Decumani.

I Carabinieri e la Procura di Napoli hanno raccolto una lunga serie di SMS e di intercettazioni telefoniche a sopporto dell’accusa di sfruttamento di alcune prostitute, anche straniere, del Borgo di Sant’Antonio, le quali versavano delle quote alla donna, talvolta anche di solo qualche decina di euro e meno.

Particolarmente eloquente è una intercettazione risalente al 16 maggio 2019 e alcuni SMS annessi agli atti: Carmela Napoletano viene contattata da una sua amica che le chiede se le va di accompagnarla da Dechatlon: “…vuoi venire con me?”, Le domanda l’amica Carmela temporeggia e l’amica le chiede se era ancora in pigiama malgrado fosse mezzogiorno. A questo punto Carmela risponde: “noooo…. devo andare a raccogliere i soldi dalle puttane… il tempo che raccolgo e vieni (a prendermi, ndr)”. Intorno alle 19 Carmela invia un SMS a Giuseppe con il quale lo informa di avere prelevato il contante dalle prostitute.

Il gip di Napoli Luana Romano, ha disposto il carcere per Giuseppe Gambardella e gli arresti domiciliari per Carmela Napoletano, sorella di Antonio, detto “o’ nannone”, che insieme ai fratelli Emanuele e Pasquale Sibillo ha costituito la banda malavitosa costola del clan Contini dell’Alleanza di Secondigliano.

"Non posso venire da Decathlon, devo andare a prendere i soldi dalle pu..."
Francesco Monaco
Napoletano, giornalista, autore del romanzo 'Baciami prima di andare'. A tratti sognatore e pensatore. In attesa di capire il resto, forse di niente
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI