Calciomercato Napoli, è ufficiale l’arrivo di Llorente in azzurro

Il Napoli ha ufficializzato l’acquisizione delle prestazioni sportive di Fernando Llorente. “Benvenuto Fernando”, il tweet di saluto del presidente azzurro, Aurelio De Laurentiis, all’attaccante spagnolo, ex Juventus.

Fernando Llorente è un nuovo calciatore del Napoli: Ancelotti ha il suo rinforzo in attacco.

Il Napoli ha ufficializzato l’acquisizione delle prestazioni sportive di Fernando Llorente. “Benvenuto Fernando”, il tweet di saluto del presidente azzurro, Aurelio De Laurentiis, all’attaccante spagnolo, ex Juventus.

Fernando Javier Llorente Torres e’ nato a Pamplona il 26 Febbraio del 1985. Cresce nella cultura basca giocando tra diverse cantere di provincia prima di approdare nella prima squadra dell’Athletic Bilbao. Si approccia ai primi gol con la “camiseta rojiblanca” grazie alla tripletta in Copa del Rey contro il Lanzarote (6-0 ndr). In 10 anni con la maglia dell’Athletic, Llorente colleziona oltre 320 presenze e piu’ di 100 gol tra coppe e campionato. Nel gennaio del 2013 approda alla Juventus, societa’ con la quale rimarra’ per due anni vincendo due scudetti. Dopo la parentesi torinese, il calciatore spagnolo torna nella sua terra natale indossando la maglia del Siviglia. Una parentesi breve quanto importante. Con la maglia andalusa vince anche l’Europa League nella stagione 2015/16. A fine stagione, Llorente comincia la sua avventura in oltremanica.

Prima con i gallesi dello Swansea con i quali colleziona 15 reti in 35 giornate e poi con il Tottenham. Con i londinesi, lo scorso anno, si e’ reso protagonista soprattutto in Champions League. Suo infatti il gol decisivo contro il Manchester City che permette agli Spurs di staccare il pass per la semifinale della competizione. Il Tottenham giungera’ poi in finale di Champions sconfitto dal Liverpool. Con la maglia della nazionale spagnola, Llorente conta 24 presenze vincendo una Confederations Cup nel 2009, un Mondiale in Sudafrica nel 2010 e un Europeo in Polonia-Ucraina due anni piu’ tardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *