Calcio, stangata Milan: quattro turni di squalifica a Mexes e partita a porte chiuse contro l’Udinese

Il difensore francese è stato punito dopo il pugno rifilato a Chiellini in Juve-Milan, mentre il campo è stato squalificato per cori discriminatori da parte degli ultras rossoneri

di Francesco Monaco

Non c’è pace per il Milan. Oltre ai risultati sportivi poco entusiasmanti, ci si mette anche il Giudice Sportivo a rendere ancora più pesante il clima che si respira a Milanello, squalificando per quattro turni Mexes, dopo il pugno a Chiellini in Juventus-Milan, e chiudendo il Meazza per la prossima gara contro l’Udinese, per cori discriminatori verso i sostenitori di un’altra società.

La squalifica del difensore francese era nell’aria. La prova tv ha inchiodato Mexes, e a nulla è valsa la difesa del tecnico rossonero Allegri (che ha definito “normale scontro di gioco” l’episodio, affermando inoltre che il pugno era alla schiena). Tre giornate per comportamento violento, più una per l’espulsione per doppia ammonizione. Il Giudice ha applicato alla lettera il regolamento.

La squalifica del campo è stata invece inflitta per cori di discriminazione territoriale verso i sostenitori di un’altra società, sempre nel corso della partita dello Juventus Stadium. Inoltre il club rossonero dovrà pagare una multa di 50.000 euro. Per questa decisione il Milan ha deciso di fare ricorso, non essendoci, secondo il punto di vista rossonero, i presupposti per tale squalifica.

7 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.