domenica, Luglio 3, 2022
HomeCultura"Napoli in danza", mari compulsi di musica e arti a tutto tondo

“Napoli in danza”, mari compulsi di musica e arti a tutto tondo

Estate caldissima sullo stretto tra Monte di Procida e la sorella isola di Procida, un mare compulso di emozioni ai piedi di Tersicore, vera madrina del festival “Napoli in Danza”.

Estate caldissima sullo stretto tra Monte di Procida e la sorella isola di Procida, un mare compulso di emozioni ai piedi di Tersicore, vera madrina del festival “Napoli in Danza”. In scena all’Acquamorta di Monte di Procida dal 6 al 10 luglio prossimi, “Napoli in Danza” renderà protagonista per la terza volta consecutiva l’area flegrea nel mondo della danza, a tu per tu con il popolo della danza. Eh sì, perché stavolta Antonio Colandrea ed Antonio Salernitano, i due direttori artistici del festival, vorranno davvero sorprendere tutti!

Quest’anno il Comune di Monte di Procida Procida e l’AICS di Napoli, nel nome del direttore tecnico Alessandro Papaccio, coadiuvato dalla segreteria generale di Nicoletta Salernitano, hanno allestito un festival multitasking, intercettando le istanze artistiche e culturali di un territorio che, attraverso Procida capitale della Cultura 2022, farà da traino alla città di Napoli, alla regione ed alle crescenti aspirazioni di “Napoli in Danza”. Arricchito dalla professionalità trasversale a tutte le arti di Antonio Colandrea, il festival potrà contare su un programma variegato ma, soprattutto, volutamente disomogeneo, con un piglio moderno ed al contempo antico che rende unico il brend “Napoli in Danza”.

Ma ora andiamo nei dettagli, quelli che si godranno nella cinque-giorni dell’Acquamorta. La prima serata del 6 luglio sarà all’insegna dell’Ouverture curata coreograficamente proprio da Colandrea con tre titoli: “Specula”, su musiche di Chopin, voce di Sara Guardascione e costumi di Leandro Fabbri, per la Fondazione Lyceum Mara Fusco-Balletto di Napoli; “Mari compulsi”, su musiche di Osvaldo Di Dio e costumi di Santi Rinciari, per il Nuovo Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini; “El tiempo de l’alma”, su musiche di Astor Piazzolla e costumi di Giuseppe Tramontano, per l’ARB Dance Company di Annamaria Di Maio. Tersicore però sarà accompagnata da altre muse quella serata. A cominciare dal sentito Premio alla Memoria destinato al sommo poeta Michele Sovente, natio in Cappella di Monte di Procida. Un momento toccante di alta cultura accanto ai primi premi di questa terza edizione organizzata nella location dell’Acquamorta in presenza del Conte Galè, protagonista di RTL.

Gli altri premiati di questa serata saranno proprio le tre direttrici artistiche delle compagnie che si esibiranno Mara Fusco, Cristina Bozzolini ed Annamaria Di Maio; Santi Rinciari alla Costumistica per i quarant’anni di carriera, Ciro Lucioli alla Divulgazione culturale ed alla Composizione Musicale Osvaldo Di Dio. Tutti premi progettati e realizzati dagli artisti “Le Voci di Dentro”. Dal 7 all’8 luglio il palcoscenico dell’Acquamorta sarà interamente dedicato ai giovani talenti, con le selezioni internazionali a cura della commissione composta da Antonio Colandrea, Antonio Salernitano, Susanna Sastro, Salvatore Capasso e Mara Fusco. Alla presenza di Monica Lubinu, si lavorerà per giungere alla finalissima del concorso internazionale del 9 luglio con un cambio di guardia alla commissione per il conferimento dell’attesissimo Premio Gold.

"Napoli in danza", mari compulsi di musica e arti a tutto tondo

Il 9 luglio siederanno in commissione Clotilde Vayer, Mara Fusco, Giorgio Madia, Macia Del Prete, Franco Misera, Umberto De Luca e Bella Ratchinskaja. In questo magico 9 luglio andrà in scena la compagnia Human Bodies di Emma Cianchi con la coreografia di Antonio Colandrea “Why not?” su musiche di autori vari. Tutto e tutti in vista della serata di gala di domenica 10 luglio, l’attesissima sfilata di artisti e giovani talenti a tu per tu con Tersicore nell’incantevole scenario dell’Acquamorta vestita del suo abito più prezioso griffato dall’Alta Sartoria della Famiglia Bencivenga. Alla presenza di Veronica Maya si danzerà al chiaro di luna premiando alla Carriera Clotilde Vayer, Umberto De Luca, Letizia Giuliani, Franco Miseria, Bella Ratchinskaja e Mara Fusco oltre alla Carriera teatrale con Gino Rivieccio. Si avvicenderanno poi gli artisti premiati al management Daniele Cipriani, alla Musica Nando Citarella, alla Stampa Marinella Guatterini, alla Coreografia Macia Del Prete, Emanuela Tagliavia e Paola Sorressa.

Per la valorizzazione di questo premio andranno in scena le coreografie “Body things – chapter 3” della Del Prete con musiche di autori vari ed interprete Nicolò Besozzi; “Déco duet” della Tagliavia su spartito di Stravinsky con interpreti Letizia Masini ed Andrea Rizzo; “Riti di passaggio” della Sorressa su musiche di Komet. Saranno altresì premiati alla Direzione artistica anche Giorgio Madia, al Talento Letizia Masini ed Andrea Rizzo, alla Cultura Agostino Riitano, al Miglior Danzatore Michele Satriano e Danilo Notaro che danzerà una nuova creazione di Antonio Colandrea, su musiche varie, intitolata “Intereaps”.

Altri premiati ancora saranno alla Migliore Danzatrice Susanna Salvi ed all’Imprenditoria femminile alla memoria di Elisa Russo. “Da montese non posso che essere orgoglioso di questo mare in comune tra Monte di Procida e Procida – chiarisce Antonio Colandrea – per questa ragione ringrazio di cuore il Comune di Monte di Procida ed i main sponsor Boutique Partenopea che mi onoro di rappresentare in scena, gli artisti de Le Voci di dentro, AutoUno, Moris Elite, La Plaja, Hair Fashon, Federalberghi e la comunità montese in loco e dagli Stati Uniti d’America.”

RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI