Misure antiterrorismo: pellegrinaggio fujenti blindato

Misure antiterrorismo rafforzate per il lunedì in Albis a Sant’Anastasia in occasione del pellegrinaggio dei ‘fujenti’ al Santuario della Madonna dell’Arco

Misure di sicurezza antiterrorismo rafforzate per il lunedì in Albis a Sant’Anastasia (Napoli), in occasione del tradizionale pellegrinaggio dei ‘fujenti’ al Santuario della Madonna dell’Arco. Barriere anti-Tir ed unità cinofile per la bonifica delle aree, oltre ad un centinaio tra carabinieri, poliziotti e militari dell’esercito, saranno disposti su via Arco, meta del pellegrinaggio di migliaia di ‘battenti’, provenienti da ogni parte d’Italia, che percorrono chilometri a piedi per prostrarsi davanti al quadro della Vergine per “grazia ricevuta”.

 

Misure antiterrorismo: aumento delle forze dell’ordine

Le misure antiterrorismo, disposte nel corso di un incontro tra il sindaco di Sant’Anastasia, Lello Abete, ed il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, si aggiungeranno all’aumento di forze dell’ordine sul territorio, come richiesto dal Priore del Santuario, padre Alessio Romano, che lo scorso anno aveva lamentato l’ esigua presenza dei militari, meno di una ventina, per garantire la sicurezza intorno al Santuario.