venerdì, Settembre 24, 2021
HomeCulturaDopo il "vaffa" in diretta Toni Servillo chiede scusa alla giornalista di...

Dopo il “vaffa” in diretta Toni Servillo chiede scusa alla giornalista di Rai News 24 (VIDEO)

"E' stato un incidente, credevo di aver spento il cellulare". Così Toni Servillo chiede scusa per il "vaffa" in diretta a Elena Scotoni, giornalista di Rai News 24, durante un'intervista telefonica per la vittoria del Golden Globe

“Io posso semplicemente dire che non c’è nulla di personale, mi scuso personalmente con la signora, credevo di avere spento il cellulare”. Toni Servillo si è giustificato così, ai microfoni di Rai News 24, per l’insulto “inavvertitamente” rivolto a Elena Scotoni, giornalista di Rai News 24, durante un’intervista telefonica per commentare la vittoria de “La grande bellezza” ai Golden Globe.

Il video incriminato.

In quell’occasione Servillo, evidentemente non gradendo la domanda della giornalista, che gli chiedeva un commento in merito alle numerose critiche ricevute dal film, finse un problema alla linea telefonica e concluse bruscamente l’intervista con un “vaffa” in diretta. Oggi arrivano le scuse dell’attore alla Scotoni. “Non avrei voluto che accadesse, è stato un incidente” ha commentato Servillo ai microfoni di Rai News 24, durante un collegamento da studio con la giornalista “offesa”, che ha accettato le scuse con un “Va bene, archiviamo l’incidente”.

Il cast de “La Grande Bellezza” al Quirinale per un’onorificenza di merito.

Oggi stesso il cast al completo de “La Grande Bellezza”, vincitore del premio Oscar come miglior film straniero, è stato ricevuto in Quirinale da Giorgio Napolitano, che ha consegnato a Paolo Sorrentino e Toni Servillo le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Sarà stato forse il riconoscimento ricevuto a spingere Servillo a chiedere pubblicamente scusa alla Scotoni?

Dopo il "vaffa" in diretta Toni Servillo chiede scusa alla giornalista di Rai News 24 (VIDEO)
Giuliana Gugliottihttps://www.roadtvitalia.it
Nasco in Ottobre, prima del tempo. Mi resta addosso l'ansia di fare, negli anni imparo che la fretta è cattiva consigliera. Odio le approssimazioni, amo Napoli, l'odore dei libri e le cose ben fatte.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI