Detenuto evade dall'ospedale Cardarelli: rapinò una gioielleria nel quartiere Ponticelli

Detenuto evade dall’ospedale Cardarelli: rapinò una gioielleria nel quartiere Ponticelli

Detenuto evade dall’ospedale Cardarelli: rapinò una gioielleria nel quartiere Ponticelli nel gennaio scorso. Dopo la rapina strinse la mano al gioielliere

Detenuto evade dall’ospedale Cardarelli. Evasione di un detenuto che era stato portato all’ospedale Cardarelli di Napoli per gravi motivi di salute: si tratta di Giuseppe Merolla, di 30 anni, arrestato a fine gennaio scorso dai carabinieri quando – dopo essere evaso dai domiciliari – mise a segno una rapina in una gioielleria del quartiere Ponticelli, a Napoli. Merolla, insieme ad una complice, fingendosi clienti, entrò nel negozio ed armi in pugno si fece consegnare i preziosi.

 

Detenuto evade dall’ospedale Cardarelli: dopo la rapina strinse la mano al gioielliere

Al termine del colpo il rapinatore, prima di darsi alla fuga, strinse la mano al gioielliere. Ma i carabinieri immediatamente allertati, lo bloccarono poco dopo, recuperando anche l’arma, una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa. L’uomo era stato trasferito in ospedale ieri sera ma questa mattina è riuscito ad eludere la sorveglianza, divincolandosi, e a fuggire. L’uomo è condannato per diversi reati e il fine pena per l’evaso scade nel 2030. (Fonte Ansa)