De Laurentiis positivo al Coronavirus, il Napoli: “Non aveva sintomi prima dell’assemblea di Lega”

Il club azzurro contro la possibilità che il presidente avesse già la febbre al momento di mettersi in viaggio da Capri a Milano. Positiva al tampone anche la moglie.

Ieri, secondo quanto si apprende da fonti del Napoli, Aurelio De Laurentiis non aveva sintomi che potessero fargli pensare di essere positivo al Covid: avvertiva solo un leggero mal di stomaco che aveva attribuito a del pesce mangiato la sera prima. Il presidente, fanno notare le fonti azzurre, è molto attento alle proprie condizioni fisiche e se avesse avvertito sintomi non avrebbe mai intrapreso un viaggio in nave e aereo da Capri a Milano e ritorno nella stessa giornata come invece ha fatto.

Il club azzurro, di fatto, smentisce la ricostruzione della Gazzetta dello sport online, secondo cui De Laurentiis è arrivato all’assemblea di Lega, ieri mattina, già con qualche decimo di febbre, ma aveva attribuito la causa del malessere a un’indigestione di ostriche. Soltanto ieri sera, alle ore 20, il presidente ha avuto la notizia della sua positività e s’è mosso subito per avvertire gli altri presidenti e tutti coloro coi quali era stato a contatto durante la giornata. Compresi i giornalisti, coi quali si è intrattenuto per pochi minuti senza indossare, tra l’altro, la mascherina.

Al momento, De Laurentiis è nella sua residenza estiva di Capri e non è da escludere, non essendo asintomatico ed avendo sofferto per una polmonite nello scorso inverno, che possa lasciare l’isola per curarsi a Roma per ricoverarsi al Policlinico Gemelli. Decisione molto probabile che potrebbe avvenire già nella stessa giornata di oggi. Sembrerebbe che anche un dirigente del Napoli sia risultato positivo al Covid-19 e che abbia incontrato decine di persone durante il ritiro di Castel di Sangro.

Secondo quanto si apprende, invece, anche la moglie Jacqueline, è risultata contagiata dal Coronavirus. Il tampone al presidente del Napoli è stato fatto lo scorso martedì e nelle ultime ore avrebbe ricevuto il responso.

Malagò: “Aurelio è un amico, ma qualcosa non quadra”

“Aurelio è un amico di famiglia, gli sono vicino e lo abbraccio. Giuro che non so niente, solo quello che ho letto ma c`è qualcosa che non mi quadra. Se è tutto quello che ho visto, mi sembra che qualcosina non abbia funzionato”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, commentando la positività del patron del Napoli. Il numero uno del Coni ha anche risposto in merito alle tante positività nelle nazionali: “Se c`è stato un focolaio in un raduno o alcuni componenti che hanno frequentato certi posti, il protocollo è chiarissimo, se c`è qualcuno che ha trasgredito c`è una responsabilità di tutti i tipi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *