sabato, Agosto 13, 2022
HomeAttualitàUn altro traguardo importante raggiunto dalla "Città adattabile"

Un altro traguardo importante raggiunto dalla “Città adattabile”

“La Città adattabile… Napoli per l’autismo” è un’associazione che ormai da più di un decennio opera sul territorio napoletano per un reale inserimento sociale dei ragazzi autistici.

La Città adattabile … Napoli per l’autismo è un’associazione che ormai da più di un decennio opera sul territorio napoletano per un reale inserimento sociale dei ragazzi autistici. Tanti i piccoli passi che, con tenacia e costanza, stanno realizzando gli obiettivi che i genitori di questi ragazzi sostenuti e coadiuvati dalla dottoressa Luisa Russo si posero fin dalla fondazione dell’associazione e che hanno via via delineato frequentandosi durante le importanti attività del Social Club al Vomero.

Nel mese di giugno tre mamme (in realtà 3 vulcanici pilastri dell’associazione) Elvira, Emma e Cristina, con le loro famiglie, hanno voluto vivere attraverso gli occhi dei loro figli autistici un’altra esperienza di socializzazione e di adattamento a contesti nuovi. Dopo un inverno appesantito dal nuovo regime di vita imposto dalla pandemia, hanno trascorso una settimana al villaggio Hydraclub di Casalvelino.

Un altro traguardo importante raggiunto dalla "Città adattabile"

L’esperienza ha dato risultati ben più importanti del relax individuale dei partecipanti: ha permesso la conoscenza dell’autismo a tutti gli ospiti del villaggio! Presto si è creata un’atmosfera di calore familiare tanto necessario alle persone autistiche.
L’ amicizia che lega questo gruppo di ragazzi e dei loro familiari ha contagiato prima i proprietari e pian piano gli altri clienti del villaggio; quando Patrizio, un papà del gruppo, ha spiegato la difficoltà di mangiare in un luogo chiuso per una persona autistica con grande spirito di accoglienza gli è subito stata offerta la possibilità di far consumare i pasti in un’ampia terrazza.

La sera in cui Francesco e Giorgio hanno spento le candeline per il loro sedicesimo compleanno si è creato un clima quasi magico: il coinvolgimento degli altri clienti della struttura è stato naturale e la gioia dei ragazzi evidente e commovente!
Si parla tanto d’inclusione e quest’esperienza è la prova che per realizzarla è fondamentale la CONOSCENZA: conoscere la diversità, accettarla e rispettarla sono fasi imprescindibili di questo processo a cui tutti dovremmo auspicare.

La conoscenza e la condivisione permettono di non aver paura ed è per questo che le iniziative della “Città Adattabile… Napoli per l’autismo” vanno divulgate; i suoi componenti si impegnano senza crearsi falsi problemi a far conoscere la realtà dei loro figli ed a spiegare come poterli aiutare e come poter comunicare con loro: il cerchio del progetto PASS (Progetto di Adozione Scolastica e Sociale) si sta realizzando ed allargando: è importante che ognuno, a modo proprio e nel suo piccolo, collabori!

Un altro traguardo importante raggiunto dalla "Città adattabile"

Marina Topa
Marina Topa
Insegnante di lingua e letteratura francese. Per caso ha conosciuto il "Pianeta Infanzia" e si è con slancio catapultata nella scuola dell'Infanzia dove, sempre per caso, ha scoperto di amare la scrittura.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI