Terra dei fuochi, UE: “Non c’è nient’altro che possiamo fare”

Terra dei fuochi: il commissario Ue all’ambiente Karmenu Vella risponde a un’interrogazione presentata dall’eurodeputato M5S Piernicola Pedicini

La Commissione europea ha fatto tutto ciò che le consentivano le sue competenze per cercare di risolvere il problema della Terra dei fuochi e “non c’è nient’altro che possiamo fare in accordo con la legislazione comunitaria“.

 

Terra dei fuochi, Vella: “preoccupato per la situazione ambientale in Campania”

Così il commissario Ue all’ambiente Karmenu Vella ha risposto oggi – intervenendo davanti all’Europarlamento riunito in seduta plenaria a Strasburgo – ad un’interrogazione sulla Terra dei Fuochi presentata dall’eurodeputato M5S Piernicola Pedicini. Vella si è detto “molto preoccupato” per “la situazione ambientale in Campania” e per il suo impatto “sulla salute pubblica“, in particolare per “l’anormale” incidenza dei tumori nell’area, come per le infiltrazioni mafiose nella “gestione dei rifiuti“.