venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeSportSupercoppa, la doppietta di Zerbin trascina il Napoli in finale

Supercoppa, la doppietta di Zerbin trascina il Napoli in finale

E’ il Napoli la prima finalista della Supercoppa italiana. La squadra di Mazzarri supera la Fiorentina 3-0 e attende la sfida tra Inter e Lazio per conoscere il nome dell’avversaria con la quale dovrà confrontarsi lunedì prossimo nella partita che assegnerà il trofeo.

Un successo che riporta il sereno tra i campioni d’Italia, ora in corsa per conquistare la Coppa. Più concreti gli azzurri rispetto agli avversari che esercitano complessivamente una sterile supremazia. La Fiorentina può comunque recriminare per aver fallito con Ikonè un rigore nel finale della prima frazione di gioco che se trasformato avrebbe riportato la gara in pareggio sull’1-1.

Il Napoli si difende con ordine e con sicurezza e nel finale di gara arrotonda il punteggio a suo favore grazie a una clamorosa performance di Zerbin, autore di una doppietta. Mazzarri decide di cambiare modulo, abbandonando lo sperimentato 4-3-3 per ricorrere a un 3-4-3 che ha lo scopo di aumentare la densità a centrocampo e chiudere gli spazi alla Fiorentina quando la squadra di Italiano esercita la sua pressione offensiva. Il tecnico del Napoli sceglie perciò di piazzare Mazzocchi e Mario Rui sulle fasce laterali del campo con il compito di adattarsi alla circostanze di gioco e decidere quando spingere e quando retrocedere per aiutare i compagni della difesa. La Fiorentina conferma il proprio consueto modulo con i due centrocampisti e i tre attaccanti arretrati a sostegno dell’unica punta Beltran.

La squadra di Italiano mantiene complessivamente il predominio del gioco anche se nella prima frazione di gioco è il Napoli a rendersi più pericolo con una conclusione di Politano che Terracciano devia in angolo. Il vantaggio degli azzurri arriva al 22′ con un contropiede al quale prendono parte Kvaratskhelia e Juan Jesus che serve in profondità Simeone. L’attaccante argentino, spostato leggermente sulla destra, entra in area di rigore e insacca con un tiro in diagonale. La reazione della Fiorentina non è particolarmente veemente e i viola arrivano con difficoltà nell’area di rigore avversaria. L’occasione propizia arriva al 43′ quando Mario Rui tocca un piede di Ikonè lanciato in area. L’arbitro La Penna concede il rigore ma Ikonè conclude centralmente con il pallone che supera la traversa e finisce sul fondo.

Nella ripresa la Fiorentina sposta ancora più avanti il baricentro anche se continuano per la squadra di Italiano le difficoltà a concretizzare il proprio gioco e a creare occasioni da gol. La sterilità dell’attacco dei toscani consente al Napoli di controllare la partita senza affanni fino alla fase finale in cui si scatena Zerbin, entrato al 36′ al posto dell’infortunato Mazzocchi. Zerbin in soli quattro minuti, dal 38′ al 42′, chiude la partita con la sua squadra con un clamoroso uno-due.

Nella prima delle due cicostanze sfrutta un traversone dalla bandierina di Zielinski, deviato di testa da Di Lorenzo e si fa anche male battendo la testa su un palo subito dopo aver deviato il pallone. Appena rientrato in campo dopo l’infortunio s’invola sulla destra, batte sullo scatto Duncan e insacca con un diagonale rasoterra. Mazzarri dovrà fare i conti nel preparare la finale con la ristrettezza della rosa. Durante la partita escono infatti per infortunio sia Cajuste che Mazzocchi e l’allenatore in caso di loro assenza forzata si troverà a dover giocare la finale con gli uomini davvero contati.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI