Incendio al campo rom di Scampia: cessato effetto inquinamento

E’ cessato l’effetto inquinante determinato dall’incendio del campo rom di Scampia, a Napoli, avvenuto lo scorso 27 agosto

E’ cessato l’effetto inquinante determinato dall’incendio del campo rom di Scampia, a Napoli, avvenuto lo scorso 27 agosto. Lo rende noto l’Arpac. I dati rilevati dalla strumentazione, negli ultimi tre giorni, descrivono una situazione di inquinamento ambientale generata solo dal consueto traffico veicolare urbano. In sostanza non si ravvisano più effetti sulla qualità dell’aria riconducibili all’incendio avvenuto.

 

Incendio al campo rom di Scampia: cessata fase di crisi di inquinamento dell’aria

L’Agenzia ha tenuto sotto controllo la zona con due laboratori mobili: il primo è stato installato il 30 agosto presso le pertinenze del deposito ASIA adiacente al campo rom. Successivamente è stato installato altro laboratorio mobile, nelle aree di pertinenza della scuola Ilaria Alpi, a circa 200 metri dalla zona dell’incendio. Le rilevazioni di entrambi i mezzi, aggiornate a oggi (5 settembre), confermano l’ormai cessata fase di crisi di inquinamento dell’aria legata all’evento del 27 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *