venerdì, Luglio 1, 2022
HomeCronacaQuarto, villa confiscata al clan Polverino: venerdì inaugurazione delle attività di "Casa...

Quarto, villa confiscata al clan Polverino: venerdì inaugurazione delle attività di “Casa Mehari”

Il Comune di Quarto ha voluto dedicare la struttura alla memoria di Giancarlo Siani, giornalista del quotidiano “Il Mattino”

Venerdì 20 maggio 2022 alle ore 11,00 in via Nicotera, n. 8 a Quarto (Napoli) cerimonia di inaugurazione delle attività di “Casa Mehari – Casa della Legalità e delle associazioni”: una villa, con annessi giardino e piscina, confiscati al clan camorristico Polverino e da giugno 2021 di proprietà del Comune di Quarto.

Interverranno alla cerimonia: Antonio Sabino, sindaco di Quarto e consigliere metropolitano con delega al Patrimonio e ai Beni comuni; Raffaella De Vivo, assessore del Comune di Quarto ai beni confiscati; dottor Giuseppe Visone, pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli; Daniela Lombardi in rappresentanza dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata; Maria Trapanese, presidente dell’a.t.s. aggiudicatrice del bando.

Il Comune di Quarto ha voluto dedicare la struttura alla memoria di Giancarlo Siani, giornalista del quotidiano “Il Mattino”: Mehari è il nome del modello dell’auto Citroën su cui il giovane venne ucciso dalla camorra la sera del 23 settembre del 1985.

Il bando pubblico di assegnazione del bene confiscato è stato aggiudicato dall’Associazione temporanea di scopo chiamata “ControVento – Contro la criminalità, verso la Legalità (Associazionismo, Solidarietà, Cultura, Ambiente, Formazione)”. L’A.t.s. – a cui il bene è stato affidato per la durata di dieci anni – è composta da: “La Bottega dei Semplici Pensieri” (organizzazione di volontariato, capofila dell’A.t.s.), “La Quercia Rossa” (cooperativa sociale), “ARTeMIDE” (associazione culturale) e “Dialogos” (associazione di promozione sociale).

A sostenere la proposta progettuale vincitrice ci sono 29 soggetti tra ordini professionali, scuole, fondazioni, parrocchie, cooperative e associazioni,

Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI