mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeSportNapoli, ultras attaccano De Laurentiis: manifesti in tutta la città

Napoli, ultras attaccano De Laurentiis: manifesti in tutta la città

“Eri simpatico quando scappavi in motorino ma adesso ti è scappato di mano il tuo filmino”. Inizia così un manifesto dei tifosi del Napoli, firmato da Curva A e Curva B dello stadio Maradona, che ironizza e attacca il presidente del club azzurro Aurelio De Laurentiis prendendo spunto anche dal film sullo scudetto nelle sale dal 4 maggio prossimo.

Il manifesto stanotte è apparso in tutta la città, ce ne sono moltissimi nel centro di Napoli attirando l’attenzione di tutti coloro che andavano al lavoro.

“Dopo un anno sì da incorniciare – si legge – e dal quale ripartire, il tuo ego smisurato ha portato a sminuire un ambiente intero, un popolo che dalla fine dell’estate osserva e ascolta solamente pagliacciate, nessuna programmazione, solo buffonate! Il Napoli è tuo, si sa, ma non dimenticare che rappresenta una città che con tutti i suoi problemi ha sempre avuto dignità e non sarà certo uno scudetto che ci hai strappato dal petto a renderci silenti se poi manchi di rispetto! Alla squadra cosa dire? Si è bastato già capire che voi in questo campionato non ci avete mai onorato… In città siete arrivati da perfetti sconosciuti e non siete stati grati a chi vi ha reso fortunati, quando già trascorso maggio siete andati all’arrembaggio di un colore a voi assai caro il verde scuro del denaro. Con un popolo che vi ha osannato abbandonando già la nave con in corso il campionato. E non ultima alla stampa, qualche riga non ci manca, troppe aperte “penne chiuse” prezzolate in tribuna accomodate asservendo fedelmente come piace al presidente, senza nulla proferire sul problema ormai latente”.

Nel manifesto ci sono anche le foto di De Laurentiis in scooter, con i vestiti arabi e di una nave del Napoli che affonda.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI