martedì, Marzo 5, 2024
HomeCostume e SocietàNapoli e Berlino: una giornalista ribalta gli stereotipi

Napoli e Berlino: una giornalista ribalta gli stereotipi

Recentissimo il commento apparso sulla rubrica Mon Berlin del Tagesspiegel a firma di Pascale Hugues, che ribalta i luoghi comuni su Napoli e Berlino.

Secondo la giornalista francese trapiantata nella città tedesca dagli anni Novanta si sbagliano quelli che ritengono Napoli caotica e vedono in Berlino la capitale europea dell’efficienza.

Napoli e Berlino: due aeroporti a confronto

L’articolo della giornalista parte da un ritorno a casa dopo un weekend in Italia.

La giornalista passa prima in rassegna gli stereotipi con i quali comunemente vengono identificate le due metropoli di Napoli e Berlino (pizza, mafia, traffico e panni stesi nei vicoli contro strade spaziose e pulite, rispetto del codice stradale e mutande asciugate nell’intimità del bagno) per poi provare a sfatarli.

Il confronto in particolare viene attuato  tra i due aeroporti. Quello di Capodichino viene giudicato da Hugues “lussuoso, pulito, luminoso, perfettamente funzionale“, un luogo in cui “si possono mangiare sushi e panini con il foie gras, leggere Le Figaro“, non ultimo il sole caldo che irradia la struttura anche in inverno e che fa sentire il turista “nell’anticamera del Paradiso“.

Ben diverso sarebbe invece l’aeroporto berlinese di Schönefeld,grigio e freddo“, circondato dalla puzza di kerosene, pioggia e olio da cucina.

 

Donatella De Tora
Donatella De Tora
Laureata in Filosofia, ed Editor. Mi interessano i libri e le storie, sopra ogni cosa.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI