lunedì, Maggio 16, 2022
HomeCulturaMusica, libri e arte: mercoledì 20 aprile all’Art Gallery di Aversa

Musica, libri e arte: mercoledì 20 aprile all’Art Gallery di Aversa

Mercoledì 20 aprile, alle ore 18.30, presso l’Art Gallery ad Aversa, diretta dall’Artista Designer Antonio Iazzetta, serata d’abbraccio musicale fra libri e dipinti.

Mercoledì 20 aprile ’22 , ore 18 e 30, presso l’Art Gallery Civico 103 di Via del Seggio ad Aversa ,Piazza Piazzetta  Lucarelli 16 , diretta dall’Artista Designer  Antonio Iazzetta , Serata d’abbraccio musicale fra libri e dipinti . “Occhi chiusi Apertissimi . Doppio Sogno Italia/Egitto . Mostra del Tenore e Pittore Raffaele Schettino , curata da Vincenzo Martongelli . Presentazione de “Il piccolo libro degli abbracci “ della Scrittrice Tiuna Notarbartolo coordinatrice del Premio Elsa Morante . Presente l’editore Gino Giammarino , Elpidio Iorio  giornalista resp della rassegna “ Pulcinellamente”, Livia de Gennaro e Nicola Graziano magistrati e Scrittori vincitori dell’Edizione 2019 del   Premio Falcone e Borsellino .  A seguire “ Rapsodia di virtuosismi mediterranei del violinista Edoardo Amirante seguito al piano da Fabio Mirabelli . A concludere momento di show rock dei “Terraemotus”,  Emiliano e Cesare Mattia Attolini e Federico Porzio Palomba .

Considerato un anti Caravaggio  per eccellenza, Raffaele Schettino, nativo di Castellammare di Stabia ,  è laureato in canto e, per seguire le orme paterne, anche in Farmacia . Orme, ahimè , presto abbandonate una volta sposatosi e stabilitosi  in Egitto, come Tenore accanto ad una dottoressa in Archeologia  . E’ presente  nell’Almanacco degli Artisti Italiani  2022 curato da Silvia Landi . Città ammirate dall’alto , vasi di fiori o  acquarelli di Venezia in rosa Tiepolo , famiglia di pittori che diede nome ad un colore, ma, guarda caso, anche di cantanti e attori ,   sono dedali percorsi da spensierata leggerezza . Così, persino nei dipinti che paiono occhieggiare per  modernità a Andy Warhol e Mario Schifano ,sempre in veste di quadri  , le sue Metropoli , raffiguranti auto e palazzi , il respiro del loro continuo crescere,   sussumono tratti presi da  tutte le metropoli del mondo . New York, Napoli , Palermo , il Cairo , Singapore e persino il Giappone . Ebbrezza giovanile e leggerezza di un bel  felice  musicale dipingere ,   che lo ha portato ad esser seguito da collezionisti e galleristi di ogni parte del mondo.

“ Il piccolo libro degli abbracci “ è una curiosa singolare solare  pubblicazione della coordinatrice di quella splendida realtà ch’è oramai da anni il Premio Elsa Morante,che, mettendo insieme nel tempouna rosa di nomi da Dacia Maraini a Maurizio Costanzo ,  da Camilleri a Trevisan , da La Capria  a Dario Bellezza , ricostruisce davvero la suggestione dell’Italia degli Scrittori alla Moravia e Pasolini, cari alla singolare  Scrittrice emblema essa stessa della Letteratura , ancora oggi , come per magia e sortilegio  beneaugurante, per la scelta dell’Isola di Procida come Capitale della Cultura 2022 dove ambientò il suo capolavoro “ L’isola di Arturo “ . Un libro , invece , “Il piccolo libro degli abbracci” , nato come una  cortese provocazione alle ristrettezze sociali imposte dalla pandemia per il Virus CovidSars 19 , quanto più necessario  adesso  , nel suo titolo , visto i nuovi strani giorni da Venti di guerra . Accanto  al coraggioso e brillante giovane  Editore Gino Giammarino ,  il giornalista ex assessore alla Cultura di Marcianise e Sant’Arpino, Elpidio Iorio , responsabile della rassegna “Pulcinellamente” , Festival nazionale che ospita manifestazioni teatrali di compagnie in età scolastica , che, rivolgendosi alle origini antropologiche del teatro satirico alla base di farse, favole e commedia dell’arte,  prendendo il nome appunto dalla vicina Orta di Atella da cui ebbe origine e sede del  più antico anfiteatro al mondo , ha premiato negli anni personalità  come l’attrice internazionale Claudia Cardinale , il politico  Vladimir Luxuria , l’immortale musicista Ezio Bosso .

A presentare iI piccolo libro, i magistrati  Livia De Gennaro e Nicola Graziano,vincitori dell’edizione 2019 del Premio Falcone e Borsellino con il libro “ Sequestri penali , misure di prevenzione e procedure concorsuali “ Il  Dott. Nicola Graziano, impegnato socialmente sul territorio,  ha dedicato all’ex ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa un libro su  una sua esperienza di reclusione, fingendosi ammalato, e in quel luogol’ha vissuta come un gesto d’abbraccio e d’amore verso la condizione di quegli ultimi, probabilmente   dimenticati da ogni affetto,amici e parenti .“ Matricola zero zero Uno “ .

Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI