venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeFocusMovida a Napoli, approvato il nuovo regolamento: cosa cambia

Movida a Napoli, approvato il nuovo regolamento: cosa cambia

Approvato il regolamento, in tema di movida a Napoli, per la serena convivenza tra cittadinanza e attività commerciali di pubblici esercizi e di svago nelle aree private e pubbliche.

“Ci consentirà di avere regole chiare che faciliteranno anche i controlli perché l’aspetto importante è ristabilire una convivenza serena tra quelle che sono le attività commerciali e la giusta richiesta da parte dei residenti di poter avere una vivibilità accettabile”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, a margine del Consiglio comunale che ha approvato il Regolamento, in tema di movida a Napoli, per la serena convivenza tra cittadinanza e attività commerciali di pubblici esercizi e di svago nelle aree private e pubbliche.

Per il sindaco il primo problema legato alla movida è “la concentrazione delle attività. Ci sono troppe attività commerciali concentrate in luoghi molto angusti. Questo fa sì che ci sia quindi anche una concentrazione di utenti con molte attività che vengono fatte per strada essendo molti locali piccoli. Questo determina una difficoltà nella viabilità e molto rumore”. Da qui “la necessità di arrivare ad un’attività più regolare”. Poi, ancora Manfredi, “c’è la questione dell’occupazione dello spazio pubblico”. Dopo le deroghe concesse con la pandemia “c’è il bisogno di rientrare degli spazi che sono stati legittimamente autorizzati”.

Gli orari di chiusura, ha precisato Manfredi “non possono essere regolamentati per ordinanza. Ci saranno delle regole definite per quanto riguarda il consumo all’esterno, l’asporto e anche per quella che è la musica all’esterno e per il controllo del conseguente inquinamento acustico”.

Si tratta, ha detto in Aula l’assessora alle Attività produttive Teresa Armato, di un atto importante che “darà regole importanti non presenti oggi e che contempera diverse esigenze, quella delle attività commerciali a fare impresa, quella dei fruitori delle attività e quella dei cittadini al giusto riposo”.

Il presidente della commissione Attività produttive Luigi Carbone ha sottolineato, nel corso del lavori in Consiglio, che questo è il primo regolamento sul tema del Comune di Napoli e ha poi illustrato il maxiemendamento elaborato dalla commissione, che raccoglie tutti gli emendamenti presentati dai commissari e prevede misure quali l’istituzione del delegato della notte, l’inserimento di segni distintivi per delimitare le occupazioni di suolo e l’utilizzo di dispositivi per limitare il suono in uscita dagli amplificatori.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI