Un mosaico per riqualificare la chiesa: a Scampia nasce il primo laboratorio mosaicale del Sud

Il progetto “Note di Speranza”, realizzato in collaborazione con Accademia di Belle Arti, Diocesi di Napoli, Trend e Astaldi, potrebbe essere il punto di inizio per la realizzazione di un laboratorio permanente di arte mosaicale nel Sud Italia

Tutto è iniziato con un progetto durato alcuni mesi e nato due anni fa dalla collaborazione tra i cittadini di Scampia, l’Accademia di Belle Arti di Napoli, la Diocesi di Napoli, Trend e Astaldi, e ora il laboratorio artigianale del mosaico potrebbe diventare un importante polo professionalizzante del Sud Italia per i giovani del quartiere di Scampia e di tutta la città di Napoli.

Un mosaico per riqualificare il quartiere e offrire ai giovani un’opportunità professionalizzante

È l’auspicata, felice evoluzione del progetto “Note di speranza” che ha permesso la riqualificazione della facciata della chiesa di Santa Maria della Speranza a Scampia, ora abbellita da un grande mosaico realizzato dai partecipanti al laboratorio che sarà presentato ufficialmente a metà luglio. Un’iniziativa resa possibile grazie alla collaborazione volontaria di numerosi soggetti, tra cui alcuni membri dell’Accademia di Belle Arti che hanno offerto le loro competenze per la formazione dei giovani partecipanti, l’azienda Trend di Vicenza che ha donato le tessere e l’Astaldi, che ha accettato di incaricarsi, a titolo gratuito, della posa del mosaico. Un modo per riqualificare una piccola parte di un quartiere “grigio” e difficile, offrendo allo stesso tempo ai giovani, napoletani e stranieri, una strada alternativa alla disoccupazione.

Nuove “Note di Speranza” per il quartiere di Scampia: l’auspicio è rendere il laboratorio permanente

Solo che ora, a progetto concluso, questa speranza rischia di sfumare nel nulla. Per questo gli ideatori sperano che il laboratorio di composizione di mosaici possa consolidarsi fino a diventare un vero e proprio polo professionalizzante in Campania e in tutto il Sud Italia. L’inaugurazione, prevista per il mese di luglio, a cui parteciperanno anche le istituzioni, sarà l’occasione per chiedere alle autorità locali un aiuto per rendere permanente il laboratorio, per offrire davvero ai giovani di Scampia un’opportunità di crescita professionale, una vera “nota” di speranza in un futuro migliore.