Morta l’attrice Loredana Simioli, in un videoclip raccontò la lotta contro il cancro

Si è spenta l’attrice Loredana Simioli dopo aver perso la sua battaglia contro il cancro. I funerali nella la sala Gemito della Galleria Principe di Napoli

Si è spenta l’attrice Loredana Simioli dopo aver perso la sua battaglia contro il cancro. Oggi, alle 18, si terranno i funerali in forma laica nella la sala Gemito, della Galleria Principe di Napoli

Sono profondamente addolorato dalla scomparsa dell’attrice Loredana Simioli. Se ne va un’amica e una grande artista che con dignita’ e determinazione ha lottato fino all’ultimo giorno contro il cancro. Per me non e’ stata solo la sorella del mio fraterno amico Gianni Simioli ma una bravissima artista che ha rappresentato un riferimento sotto il profilo della forza e della voglia di vivere. Il suo modo dignitoso di affrontare la malattia ha rappresentato un grande esempio. Di lei ci resteranno i ricordi e le sue interpretazioni che l’hanno affermata tra le migliori attrici napoletane degli ultimi anni“. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, dando notizia della scomparsa avvenuta ieri di Loredana Simioli, attrice napoletana classe 1978 deceduta al termine di una lunga malattia.

 

Morta Loredana Simioli, vinse il premio come Miglior Attrice Drammatica al Festival di Castellammare

Anche l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele, esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Loredana Simioli “e si stringe al dolore del fratello Gianni e di tutti i suoi cari“. “Ci resta la stima il ricordo di un’attrice brava e coinvolgente, di un volto familiare e amico, di una personalita’ forte, coraggiosa sempre, anche nel dolore e nella malattia. Il ricordo di una carica umana contagiosa che testimoniava la sua profonda spiritualita’” afferma Daniele. La sua carriera era iniziata a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila in Telegaribaldi, al fianco di suo fratello Gianni. Come attrice ha recitato in Reality (2012) di Matteo Garrone, premiato al Festival di Cannes, oltre che in Gorbaciof (2010), L’amore buio (2009), Si accettano miracoli (2014), Perez (2014), Troppo napoletano (2016) e Nato a Casal di Principe (2017).

La sua carriera artistica prese il via nel 1994 in teatro con “Il processo di Kafka“. Nel 2012 ha ricevuto il premio come Miglior Attrice Drammatica al Festival di Castellammare. Nei mesi scorsi aveva presentato il videoclip “Io non ho vergogna” raccontando la sua personale esperienza di lotta contro il male che la affliggeva. Oggi, alle 18, si terranno i funerali in forma laica nella la sala Gemito, della Galleria Principe di Napoli, di fronte al Museo Archeologico Nazionale, dove, a partire dalle 17, sara’ allestita la camera ardente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *