Madre e figlio trovati morti nell’Avellinese: probabile fuga di gas

Madre e figlio trovati morti nell’Avellinese. Le esalazioni mortali potrebbero essere state originate dal cattivo funzionamento della cucina a gas.

Potrebbe essere stata una fuga di gas la causa della morte di Virginia Petrone, 73 anni, e di suo figlio Marco Spampinato, 42 anni, trovati senza vita nel tardo pomeriggio di ieri nella loro abitazione di via Sott’Arco a Pietrastornina, in provincia di Avellino. La donna è stata trovata in cucina mentre il figlio nella stanza da letto al piano di sopra.

 

Madre e figlio trovati morti: nessuna traccia di sangue o effrazioni

I carabinieri, intervenuti su segnalazione di un familiare che da giorni non aveva notizie dei congiunti, non hanno rilevato tracce di sangue né effrazioni alla porta di ingresso dell’abitazione, che è stata trovata chiusa dall’interno. Saranno gli accertamenti medico-legali, affidati dal pm della Procura di Avellino Luigi Iglio alla anatomo-patologa Elena Piciocchi, a definire con certezza il quadro investigativo. Le esalazioni mortali – secondo una prima ipotesi degli investigatori – potrebbero essere state originate dal cattivo funzionamento della cucina a gas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *