La scelta della Disney: messi al bando Dumbo, Peter Pan e Gli Aristogatti

I film sono stati cancellati dalla sezione Disney + dedicata ai bambini, ma restano visibili per gli adulti

I film sono stati cancellati dalla sezione Disney + dedicata ai bambini, ma restano visibili per gli adulti

La Disney ha messo “il bollino rosso” ai suoi classici. “Dumbo”, “Peter Pan” e “Gli Aristogatti” vietati ai minori di 7 anni perché “trasmettono stereotipi e messaggi dannosi e razzisti” e restano visibili solo da un pubblico adulto. I film sono stati cancellati dalla sezione Disney + dedicata ai bambini, ma restano visibili per gli adulti con la “dovuta” nota introduttiva che spiega come i programmi “includono rappresentazioni negative e/o denigrano popolazione e culture” e quindi “piuttosto che rimuovere questi contenuti, vogliamo riconoscerne l’impatto dannoso, imparare da esso e stimolare il dibattito per creare insieme un futuro più inclusivo”, come recita il disclaimer che precede i titoli di testa dei film.

A “Dumbo” si contestano i versi di una canzone che suonerebbero irrispettosi verso gli schiavi afroamericani che lavoravano nelle piantagioni (“E quando poi veniamo pagati, buttiamo via tutti i nostri sogni”), “Peter Pan” avrebbe invece denigrato i nativi americani chiamando i membri della propria tribù Giglio Tigrato “pellirosse”, un titolo considerato offensivo. Infine Gli Aristogatti sarebbero colpevoli di aver offeso il popolo asiatico con la caricatura Shun Gon, il siamese con denti spioventi, gli occhi a mandorla e le bacchette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *