Intitolata una scuola a Silvia Ruotolo, vittima innocente di criminalità

L’anniversario della morte di Silvia Ruotolo: “tutto ciò che libera e tutto ciò che unisce”

In occasione del XVII anniversario dalla barbara uccisione di Silvia Rutolo, oggi la Fondazione “Silvia Ruotolo Onlus – Tutto ciò che libera e tutto ciò che unisce”, insieme con il Comune di Napoli e la V Municipalità,  l’Ufficio  Scolastico Regionale, l‘Associazione Libera, il Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti, la FAI – Federazione Antiracket Italiana, ha promosso ed organizzato una serie di iniziative pubbliche in ricordo della giovane mamma.

Alle ore 12,00  il Plesso di via Nuvolo della scuola “Maiuri” è stato intitolato a Silvia Ruotolo alla presenza delle autorità cittadine. Successivamente nei giardinetti di piazza Medaglie D’Oro il sindaco Luigi De Magistris, i figli Alessandra e Francesco Clemente, unitamente al padre Lorenzo Clemente, hanno presenziato ad un concerto a cura dell’orchestra della Scuola  Media Viale delle Acacie, ed hanno poi deposto i fiori sulla lapide che ricorda Silvia, Vittima Innocente di criminalità.

Alle ore 17.00 presso la chiesa dell’Immacolata in piazza Arenella, Don Luigi Ciotti e Don Tonino Palmese hanno officiato la Santa Messa per ricordare Silvia, donna e madre, simbolo di coraggio e lotta alla criminalità organizzata.
Le iniziative si sono concluse alle 19.00 presso il Teatro Acacia con la consegna del “Premio Silvia Ruotolo” che, per questa prima edizione, sarà dato al Prefetto Giuseppe Romano e a Don Luigi Ciotti, Presidente di Libera. A seguire ci sarà la messa in scena dello spettacolo teatrale “Silvia e i suoi colori” di Roberto Russo con la regia di Agostino Chiummariello.