Inceneritore, oggi corteo da Aversa a Giugliano. Intanto la regione vota la sospensione

Da Aversa a Giugliano per dire “No all’inceneritore”

di Redazione

Giugliano – Ancora un “No” all’inceneritore di Giugliano. Ancora un “No” gridato dai cittadini della Campania, decisi a farsi ascoltare e a far rispettare i propri diritti. Ancora un corteo di protesta si sta preparando ad invadere pacificamente i territori dell’area Nord di Napoli. La marcia per dire “No all’inceneritore di Giugliano” sarà lunga e attraverserà molte strade dell’hinterland campano, da Aversa a Giugliano: l’appuntamento è per le 15.30 alla stazione di Aversa; il corteo percorrerà via Appia fino alle colonne di Giugliano, dove si uniranno alla folla anche i cittadini di Sant’Antimo e Melito, continuerà per via Colonne e corso Campano per poi raggiungere piazza Annunziata a Giugliano. Molti i gruppi che animeranno il corteo, aggregandosi con l’avanzare della manifestazione nel territorio di Giugliano.

“Negli ultimi 20 anni abbiamo assistito ad una vera e propria aggressione del territorio da parte delle istituzioni – si legge in una nota diffusa dal comitato promotore della manifestazione – con l’apertura di decine di discariche non a norma, con la costruzione di impianti di CDR che hanno prodotto solo milioni di finte ecoballe, con la devastazione di immensi territori, strappati all’agricoltura e trasformati in enormi discariche a cielo aperto come quella di Taverna del Re. Tutto questo è stato fatto dallo Stato ed è stato imposto con la forza e con la repressione poliziesca”. I cittadini scenderanno in piazza contro l’inceneritore, per richiedere alle istituzioni preposte di revocare il bando predisposto per appaltarne la costruzione.

La Regione, intanto, ha votato ieri per la sospensione del bando, in scadenza il prossimo 11 ottobre. Il provvedimento è stato accolto con sospetto dai comitati, definito “un impegno dell’ultima ora” , e seguito dalla promessa di intensificare la protesta finchè non si otterranno garanzie di revoca del bando per la costruzione dell’inceneritore a Giugliano: “vi assedieremo. Saremo in tanti, troppi per fermarci”.

8 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.