venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeSportIl Napoli gioca ma spreca troppo, alla Juve basta Gatti: azzurri sconfitti...

Il Napoli gioca ma spreca troppo, alla Juve basta Gatti: azzurri sconfitti ancora

Juventus batte Napoli 1-0 nell’anticipo della 15esima giornata di Serie A. Compatta dietro e cinica davanti, la Juve mette in saccoccia altri tre punti. I bianconeri battono anche il Napoli e ringraziano ancora Gatti, difensore goleador che mette la firma su un altro successo e sull’ennesimo sorpasso all’Inter in vetta. Mazzarri colleziona la seconda sconfitta di fila e rischia di uscire dalla zona Europa che conta. Allegri ritrova anche Danilo e Locatelli, la sua Juve è praticamente al completo ad eccezione di Weah e De Sciglio, oltre a Pogba e Fagioli. Il brasiliano e l’azzurro sostituiscono Alex Sandro e Nicolussi, per il resto il tecnico conferma la formazione che ha espugnato Monza. Bremer e Gatti sono in difesa, Cambiaso e Kostic fanno gli esterni con McKennie e Rabiot in mediana, in attacco il tandem Chiesa-Vlahovic.

Mazzarri ha il problema del terzino sinistro, Rui e Olivera sono out: la scelta dell’ex Toro ricade su Natan, con Juan Jesus ad affiancare Rrahmani nel pacchetto completato da capitan Di Lorenzo. Poi è il Napoli dei titolarissimi e dello scudetto dell’anno scorso, con Lobotka metronomo tra Anguissa e Zielinski e Osimhen prima punta supportato da Politano e Kvaratskhelia.

Prima del calcio d’inizio, lo Stadium si scalda per il premio ad Allegri, scelto dalla Lega Serie A come miglior allenatore di novembre, e con il campione di Motogp Pecco Bagnaia che riceve una maglia speciale dal presidente Ferrero. Sulle tribune ci sono anche le vecchie glorie Barzagli e Marchisio, poi il Napoli parte subito con il piede sull’acceleratore e nei primi dieci minuti crea due buone occasioni, anche se il colpo di testa di Rrahmani è deviato in angolo da Danilo, il sinistro di Politano non trova la porta per pochi centimetri e il tiro-cross di Di Lorenzo è bloccato sulla linea da Szczesny. La Juve prova a rispondere con un’azione personale di Cambiaso, ma sono i partenopei a tenere il possesso. La palla gol più importante, però, è per Vlahovic, il quale calcia a botta sicura ma trova Natan a murare il tiro. Ed è ancora più incredibile la ripartenza che spreca Kvaratskhelia, con il georgiano che tutto solo davanti a Szczesny calcia clamorosamente alto. Al 39′, invece, serve un miracolo del portiere polacco per salvare su Di Lorenzo dopo la carambola Bremer-Gatti.

Un primo tempo molto divertente si chiude sullo 0-0, i due allenatori non fanno cambi per la ripresa. Vlahovic colpisce subito un palo ma per Orsato c’era fuorigioco, mentre è tutto buono nell’azione seguente: cross a rientrare di Cambiaso, stacco di Gatti su Rrahmani e Juve in vantaggio. Gli azzurri patiscono il contraccolpo e Mazzarri cerca la scossa inserendo Elmas per Zielinski, i bianconeri protestano per un tocco con il braccio Di Lorenzo in area ma Orsato lascia correre. Al 70′ Vlahovic si ferma per un problema muscolare ed entra Milik, il pari di Osimhen su errore di Szczesny è annullato per fuorigioco. Mazzarri si gioca le carte Raspadori e Zanoli, la Juve alza le barricate e non rischia praticamente nulla. I bianconeri fanno 20 punti sui 24 disponibili in casa e festeggiano Natale con i tifosi in anticipo, dal momento che il prossimo appuntamento interno sarà il 30 dicembre con la Roma. Per il Napoli, invece, è già la quinta sconfitta: l’anno scorso furono quattro in tutto il campionato.

Un ospite d’eccezione all’Allianz Stadium di Torino per la sfida tra Juventus e Napoli: il campione del mondo di Motogp, Francesco Bagnaia, assiste al big-match tra bianconeri e partenopei. Pecco, grande tifoso della Juve, ha ricevuto dal presidente Gianluca Ferrero una maglia celebrativa con la scritta “Bagnaia 1”.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI