sabato, Settembre 25, 2021
HomeCostume e SocietàGli studenti più bravi d'Italia? Sono quelli dell'Orientale di Napoli

Gli studenti più bravi d’Italia? Sono quelli dell’Orientale di Napoli

La media del voto di laurea per gli studenti dell'Orientale è di 105, secondi solo a quelli dell'università di Foggia che vantano una media del 105,7

Studenti dell’Orientale (quasi) i più bravi d’Italia. E’ quanto emerge dalla classifica stilata dal sito “Interno 18” confrontando i dati di Almalaurea sui voti di laurea ottenuti dagli studenti delle diverse facoltà italiane.

Un podio tutto “made in Sud”.

Al primo posto spicca l’università di Foggia, seguita a ruota dalla campana “L’Orientale” e dall’università di Bari. Federico II e SUN invece occupano rispettivamente il 18esimo e il 25esimo posto. Maglia nera invece per la IULM di Milano, dove il voto di laurea medio è del 97,7. Ovviamente “non è affatto detto che sia il voto medio di laurea a stabilire qual è l’ateneo con gli studenti più preparati chiariscono i gestori del sito. Anzi.

Ma sarà vera gloria?

Qualche malpensante potrebbe addirittura insinuare che, se i voti sono più alti, è perché in quegli Atenei i professori sono più compiacenti, meno bravi o semplicemente di voti più larghi. “Non è nostra intenzione” chiariscono ancora gli ideatori della classifica “voler stabilire se una media voto di laurea molto alta corrisponda necessariamente alla qualità degli studi. A ciò si potrebbe facilmente obiettare che non sempre i più bravi sono quelli con i voti alti. Ma volendo essere ancora più profondi, si potrebbe sostenere tranquillamente che i voti sono alti laddove i docenti sono docili, e sono bassi laddove i docenti sono severi ed intransigenti. Invero, il voto di laurea rappresenta comunque l’unico parametro – relativamente – oggettivo per valutare la qualità di un percorso di studiPurtroppo, o per fortuna.

Gli studenti più bravi d'Italia? Sono quelli dell'Orientale di Napoli
Giuliana Gugliottihttps://www.roadtvitalia.it
Nasco in Ottobre, prima del tempo. Mi resta addosso l'ansia di fare, negli anni imparo che la fretta è cattiva consigliera. Odio le approssimazioni, amo Napoli, l'odore dei libri e le cose ben fatte.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI