lunedì, Maggio 17, 2021
HomeCronacaGiulio Murolo: trovati a casa sua un kalashnikov e due machete

Giulio Murolo: trovati a casa sua un kalashnikov e due machete

Giulio Murolo è l’autore della strage di Secondigliano che ha avuto luogo ieri pomeriggio in cui hanno perso la vita quattro persone. La Polizia di Stato è impegnata nei primi accertamenti nell’appartamento dell’uomo e hanno trovato sotto il letto della sua camera due machete, su cui sono in corso alcuni esami di balistica, un kalashnikov AK 47 con matricola abrasa e tenuto illegalmente e munizioni di vario genere. Giulio Murolo, quindi, è ora accusato non solo di strage, duplice omicidio, spari in luogo pubblico e resistenza a pubblico ufficiale, ma anche di detenzione illegale di arma da fuoco.

Anche alcuni residenti sparavano su Giulio Murolo

Altre indagini hanno, poi, accertato che a sparare contro Giulio Murolo non è stata solo la polizia. Sono stati trovati, infatti, bossoli di diverse armi da fuoco e i fori di due proiettili, sul portone di fronte al balcone dal quale partivano le pallottole del killer, e l’altro sul muro di un negozio vicino, che erano sicuramente spari in risposta a quelli di Murolo da parte di alcuni civili. A confermarlo, Fausto Lamparelli, capo della Squadra Mobile della Questura di Napoli.

Giulio Murolo: trovati a casa sua un kalashnikov e due machete
Rita Guitto
Vivo di cinema e letteratura e credo che il giornalismo sia un modo di essere, poi un lavoro. L’informazione è la giusta leva per far girare il mondo come dovrebbe.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI