Gelogustando: la parola ai maestri gelatieri per scoprire il segreto del gelato artigianale (SPECIALE VIDEO)

Grande successo per la seconda edizione della fiera del gelato promossa dalla Camera di Commercio e Confartigianato Napoli. Qui tutte le interviste ai maestri del gelato (e non solo)

Meglio pistacchio o latte di bufala? Ciliegia, mela verde o kiwi? A Gelogustando c’è davvero l’imbarazzo della scelta. La fiera del gelato che ha animato il lungomare di via Caracciolo nel penultimo weekend di primavera, 14/15 giugno, è ormai giunta alla sua seconda edizione e si conferma un evento di grande successo.

Gelogustando: grande successo di pubblico per la seconda edizione

52 stand allestiti dai migliori maestri gelatieri della città e oltre 300 gusti di gelato hanno rallegrato il weekend di ogni famiglia napoletana. Grande affluenza per questa seconda edizione della fiera organizzata da Confartigianato Napoli in collaborazione con la Camera di Commercio di Napoli, CLAII e Eventi di Napoli e FIPE Confcommercio. “Un successo che va anche oltre le nostre aspettative” ha detto Enrico Inferrera, presidente Confartigianato Napoli.

Valorizzare le eccellenze campane e sostenere le giovani imprese

Gelogustando premia l’eccellenza, non soltanto quella del gelato artigianale, fatto con le migliori materie prime disponibili sul mercato, ma anche i prodotti tipici della nostra terra, dai funghi porcini ai tartufi ai ristoranti a km 0 alle “delizie” della pasticceria napoletana e siciliana. “Un’occasione imperdibile per valorizzare le eccellenze del nostro territorio e farle conoscere ai napoletani e ai tanti turisti che in questi giorni affollano la città di Napoli” ha dichiarato il sindaco Luigi De Magistris, che domenica mattina ha visitato la fiera. Il festival del gelato ambisce a diventare un appuntamento fisso per la città di Napoli e tutti i suoi abitanti. L’intento è quello di tutelare le eccellenze e i prodotti tipici campani, ma anche quello di offrire, in questi tempi di crisi, un sostegno importante alle piccole e medie imprese e soprattutto all’imprenditoria giovane, che ha bisogno di farsi conoscere per crescere.