mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeCulturaFrancesco Di Leva ritira alla Rai di Napoli il Premio Elsa Morante

Francesco Di Leva ritira alla Rai di Napoli il Premio Elsa Morante

All’Auditorium Rai di Napoli, l’attore Francesco Di Leva, già vincitore del David di Donatello, riceve il Premio Elsa Morante Cinema

L’attore Francesco Di Leva ha ieri ritirato all’Auditorium Rai di Napoli il Premio Elsa Morante Cinema per il film Nostalgia, definito come una “pellicola intensa e poetica, feroce e disincantata in cui si muove una Napoli d’autore barbara, scrostata e ombrosa”. Insieme a lui ha ritirato un premio anche il produttore Luciano Stella della Mad Entertainment.

È proprio per il suo ruolo di don Luigi Rega nel film Nostalgia che Francesco Di Leva ha vinto, nemmeno ventiquattr’ore prima del Premio Elsa Morante, il David di Donatello per il miglior attore non protagonista.

Il film Nostalgia è stato girato a Napoli, più precisamente alla Sanità, che incarna la città partenopea alla n potenza, come ha spiegato il Produttore Luciano Stella.

Napoli è stata definita da Elsa Morante come la città più civile del mondo. Francesco Di Leva si mobilita in prima persona da anni per questa città. Ha fondato infatti insieme ad un gruppo di amici artisti Napoli Est Teatro a San Giovanni a Teduccio, in una palestra abbandonata dove lui stesso andava a scuola e che lo ha visto recitare il suo primo pezzo teatrale.

Sono passati per questo teatro Tony Servillo, Alessandro Haber, Sergio Rubini, Ennio Fantastichini e tante giovani compagnie. La NEst rappresenta la resistenza, un luogo dove si permette ai ragazzi di studiare senza pagare la retta mensile, per evitare che un domani i giovani si guardino indietro pensando che non hanno potuto seguire scuola di teatro perché non avevano i soldi. Questo è anche un modo per Francesco Di Leva di restituire alle prossime generazioni l’umanità che ha ricevuto lui quando andava a seguire le lezioni di teatro sporco di farina e con gli abiti da panettiere e gli veniva detto che lui non doveva pagare, perché era un ragazzino che voleva imparare.

Il premio è stato consegnato all’attore da Roberta Tartaglia, della diagnostica Anniballo, e ci ha tenuto a dedicarlo ai suoi genitori, sottolineando come per lui la famiglia sia un elemento fondamentale della sua vita.

Il premio al produttore Luciano Stella è stato invece consegnato da Anna Capasso, Dirigente della città metropolitana, e Antonio Sabino, delegato al patrimonio della città metropolitana.

A chiusura, l’attore Francesco Di Leva ha sottolineato come ormai Maggio non sia più il mese delle rose, ma il mese dei successi, con lo scudetto vinto nell’87 il 10 maggio, quello di quest’anno vinto il 4 maggio, la nascita di suo figlio il 5 maggio e la vincita dei premi David di Donatello e Elsa Morante il 10 e l’11 maggio.

Emilia Della Rotonda
Emilia Della Rotonda
Da sempre appassionata di scrittura. Amante del mondo, della cultura e della creatività in tutte le sue forme. Studentessa di Lingue e culture comparate.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI