giovedì, Giugno 20, 2024
HomeCronacaFesta scudetto con fumogeni sul Vesuvio: "Non azzardatevi a farlo"

Festa scudetto con fumogeni sul Vesuvio: “Non azzardatevi a farlo”

La forte presa di posizione contro l’ipotesi di festeggiamenti per lo scudetto del Napoli sul Vesuvio con l’utilizzo di fumogeni.

Riceviamo e pubblichiamo:

“Apprendiamo con sorpresa e stupore, da organi di stampa, che frange di ultras del tifo napoletano manifestano l’ idea di invadere il territorio del Parco nazionale del Vesuvio per manifestare la loro gioia per lo scudetto del Calcio Napoli con fumogeni, striscioni, bandiere e fuochi d’ artificio.
Mai idea più strampalata poteva essere partorita da chi pensa che il territorio, ancor più un’ area protetta, possa essere invasa e utilizzata come palcoscenico per manifestazioni che nulla hanno di rispettoso verso un ecosistema territoriale di estrema fragilità.
E ancora più sbigottiti del fatto che si sta procedendo alle necessarie autorizzazioni (da parte di chi?) per adire tale scempio ambientale.
Bene, anzi malissimo, ma se la notizia venisse confermata di autorizzare una scempiaggine simile, noi non staremo a guardare.
ZeroWaste/RifiutiZero Campania rivolge un appello a tutte le Associazioni vesuviane e napoletane per una mobilitazione a protezione del Vesuvio.
Nessuno entrerà nel territorio del Parco con striscione bandiere di plastica inquinante, men che meno con fumogeni e fuochi d’ artificio. A costo di chiamare a raccolta tutti i cittadini del Parco per impedire simili manifestazioni a chi pensa che l’ ambiente e la natura possa prestarsi a scemenze di tal fatta. Ciascuno festeggi l’ impresa del Calcio Napoli come crede ma nessuno si azzardi a mettere in crisi un ecosistema già segnato profondamente da decenni di incuria ed abbandono, oltre che devastanti incendi e sversamenti abusivi di rifiuti di ogni tipo.
Senza dimenticare che nello stesso Parco insistono discariche vecchie e nuove di cui le più recenti causate proprio dall’ inciviltà e reticenza di amministratori e di cittadini napoletani che hanno di fatto sversato impunemente, per anni, monnezza di tutti i tipi nelle discariche vesuviane, col risultato di aver inquinando falde e terreni.
E, costoro, a tutt” oggi, impuniti.
Da qui l’ invito ai tanti cittadini civili vomeresi e chiaiesi a festeggiare in serenità a casa loro e a quei, si spera, pochi sconsiderati, di non azzardarsi a venire sul Vesuvio a bruciare chicchessia. Festeggino serenamente nei loro quartieri
come noi festeggeremo la nostra squadra del cuore nelle nostre comunità, provando a evitare danni al territorio. È un momento di festa. E tale deve restare. Nei limiti della civiltà della stessa città di Napoli, non a caso imbrattata ovunque, e nel rispetto dell’ ambiente che circonda il nostro territorio. Vale anche per l’ area di costa dove spesso residuano in mare i lasciti inquinanti di tante manifestazioni sul waterfront.
Il nostro appello, oltre che a tutte le Associazioni che hanno a cuore il territorio per un fronte comune contro abusi e inciviltà, è rivolto a tutte le autorità in campo: dal Commissario del Parco del Vesuvio ai Sindaci del territorio, alla Città Metropolitana e al Sindaco di Napoli suo Presidente, ai CC forestali e a tutte le forze dell’ordine operanti nell’ area vesuviana. Un fronte civile per fare comprendere, se fosse necessario, che il territorio è un bene comune di tutti e per tutti.
I pochi che si azzardassero a farne scempio, sono avvertiti.

ZeroWaste/RifiutiZero Campania”.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI