sabato, Agosto 13, 2022
HomeAttualitàÉ davvero possibile porre definitivamente fine ad una relazione tossica?

É davvero possibile porre definitivamente fine ad una relazione tossica?

Scenate di gelosia, infinità di messaggi e chiamate, in realtà non sono altro che segnali che fanno capire di essere immersi in una relazione tossica

di Anna Adamo

C’è una visione distorta, purtroppo, della violenza sulle donne.
E lo si evince da tutti i “avrebbe dovuto capirlo che qualcosa sarebbe potuto accadere. Chissà perché nonostante tutto è rimasta accanto a lui”, che solitamente si dicono quando si fa riferimento ad una vittima di violenza.
Si, la verità è che certe cose si possono capire, ma è altrettanto vero che non sempre si ha la percezione del fatto che ciò che si capisce corrisponda al vero, soprattutto quando c’è di mezzo la persona che si ama.
Del resto, è così che sono le donne, quando amano, amano davvero forte e ciò che con l’amore ha ben poco a che fare neanche riescono a vederlo, anzi, a tratti fanno addirittura fatica a credere che qualcosa che non sia amore possa esistere.
Ed è proprio la consapevolezza del fatto che le donne ciò che non sia amore non riescano neanche a vederlo, che spinge certi uomini, i narcisisti, per la precisione, a perseverare con i loro meccanismi violenti, quelli efficaci, che dietro l’ amore si celano perfettamente, fino a diventare un tutt’uno con quest’ultimo e a dar vita ad una serie di atteggiamenti che, chi la vive e chi una relazione tossica non l’ha mai vissuta, non riesce a riconoscere.
Ebbene si, continue scenate di gelosia, infinità di messaggi e chiamate, ossia quelli che erroneamente vengono visti come modi che gli uomini utilizzano per dimostrare l’amore che provano per la persona che hanno accanto, in realtà non sono altro che segnali che fanno capire di essere totalmente immersi in una relazione tossica.
Una di quelle dalle quali è difficile venir fuori.
O meglio, una di quelle dalle quali non si viene mai fuori del tutto, perché c’è sempre qualcosa che le donne le spinge verso quel mondo ricco di insidie.
E no, non si tratta di masochismo e neanche di compassione verso l’uomo che non accetta gli abbandoni e si dice depresso e disperato al punto da compiere gesti folli.
Si tratta di qualcosa che ha radici ben più profonde.
Si tratta dell’ incapacità di lasciar andare qualcuno quando il male trionfa sul bene.
È questo il fulcro di tutto.
É questo ciò che fornisce una visione distorta della violenza.
L’ incapacità.
L’ incapacità delle donne di rendesi conto di essere le vittime e non le carnefici che i narcisisti, quando parlano di loro vogliono far credere siano e di capire che debbano, perciò, buttarsi alle spalle ciò che fa star loro male e andare verso la ricerca della salvezza la quale, in certi casi, quando non è già troppo tardi, può vincere sul narcisismo da cui certi uomini sono affetti e impedire che le uccidano, le donne che un attimo prima dicevano di amare follemente.
Che piaccia o no é questa la verità.
Fino a quando non si farà capire a chi la violenza la osserva dall’esterno che chiunque venga violentata sia vittima e non carnefice e che è difficile per quest’ultima,se celati da falso amore, riconoscere atteggiamenti violenti in modo da evitare che il peggio accada, si avrà sempre una visione distorta della violenza sulle donne, di conseguenza venir fuori da relazioni tossiche sarà a dir poco impossibile e il numero delle vittime crescerà a dismisura.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI