“Dopo il diluvio” di Leonardo Malaguti – Recensione

L’opera d’esordio del giovane Leonardo Malaguti.

di Andrea Stella.

Prendete un luogo immaginario, fate cadere un copioso diluvio, popolate questo luogo di 42 personaggi, affidate ad ognuno una storia, delle caratteristiche specifiche, dei sentimenti e un destino, fateli interagire tra loro, scontrandosi, amandosi, intrecciandone le vicende, scrivete tutto questo in maniera armonica e ben dosata. Il risultato che ne verrebbe fuori sarebbe “Dopo il diluvio”, opera d’esordio del giovane Leonardo Malaguti, edito dalla casa editrice Exorma edizioni e segnalato tra i 57 finalisti del premio Strega 2019.

Un libro denso di accadimenti, vicende, situazioni surreali che l’autore magistralmente utilizza per sezionare e analizzare l’animo umano, messo alle strette dal suo stesso essere e da un’esistenza irreparabilmente frenata dai suoi stessi limiti.

Un romanzo che resta, che spicca tra le proposte della piccola editoria sia dalla capacità narrativa di Malaguti, sia dalla sua capacità di spendere in profondità delle vicissitudini umane, una metafora moderna e senza tempo della semplice complessità della vita, che non risparmia emozioni e colpi di scena. Un insieme complesso, una moltitudine senza eccessi, che risulta scorrevole, piacevole ed elegante.

Scrivere un libro del genere non è semplice, un gioco di pesi che si controbilanciano e rendono leggera l’esperienza del lettore. Un libro molto piacevole e una lettura assolutamente consigliata.

Titolo: Dopo il diluvio
Autore: Leonardo Malaguti
editore: Exorma Edizioni
genere: narrativa, romanzo
pagine: 210
ISBN: 9788898848737
prezzo: € 14,90
LINK per vedere la scheda e la sinossi del libro dal sito della libreria La Chanceria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *