De Magistris ad assemblea Mdp: “pronto al dialogo, sale democrazia”

Luigi de Magistris, sindaco di Napoli e leader del movimento Dema ha preso parte alla prima assemblea nazionale dei comitati promotori di Mdp-Articolo 1

È stato invitato e lui ha accettato di essere in sala, seduto in prima fila accanto a Massimo D’Alema. È Luigi de Magistris, sindaco di Napoli e leader del movimento Dema che, pur non prendendo la parola dal palco, ha preso parte alla prima assemblea nazionale dei comitati promotori di Mdp-Articolo 1. Poco prima di entrare in sala e scambiare una stretta di mano con l’ex presidente del Consiglio e ministro degli Esteri, l’ex pm parlando con i giornalisti ha spiegato: “Sono qui come sindaco di Napoli e della Città Metropolitana. Sono qui perché mi hanno cortesemente invitato, ci tenevano molto la mia presenza e io ho molto apprezzato l’invito”.

 

De Magistris: “Non discuteremo di alleanze”

Abbiamo fondato un movimento politico che si chiama Dema e siamo sempre interessati al dialogo che, per noi, è il sale della democrazia e del confronto – ha aggiunto de Magistris sono interessato se ci sono cose che portano un effettivo cambiamento. Tutto ciò che porta cambiamento nel nostro Paese mi incuriosisce sempre”, ma ha poi precisato: “Non discuteremo di alleanze, di dialogo sì perché credo che il dialogo sia importante ed è importante confrontarsi. Ci sono dei temi, ad esempio, dove si possono trovare delle convergenze. C’è stata la battaglia del referendum dove ci sono state convergenze con alcuni con cui magari è impensabile essere alleati”. “Il nostro movimento è stato fondato per costruire un’alternativa politica, sociale, economica e culturale che mette insieme rivoluzione, radicalità e affidabilità di governo ma anche innovazione che non è solo nelle parole ma anche nelle persone, nei programmi e nelle proposte. Ritengo, comunque, che il dialogo sia importante”, ha concluso de Magistris.