martedì, Maggio 17, 2022
HomeCulturaDavid di Donatello 2022, 'È stata la mano di Dio' e 'Freaks...

David di Donatello 2022, ‘È stata la mano di Dio’ e ‘Freaks Out’ dominano nelle nomination

Il presidente dell’Accademia dei David di Donatello ha annunciato che la cerimonia di premiazione del 3 maggio si terrà a Cinecittà

David di Donatello 2022, ‘È stata la mano di Dio’ di Paolo Sorrentino e ‘Freaks Out’ di Gabriele Mainetti guidano la classifica dei film più nominati, con 16 candidature ciascuno. Le cinquine dei David sono state annunciate oggi, a circa un mese dalla serata di premiazione, in diretta in prima serata su Rai1 da Cinecittà, il prossimo 3 maggio. A seguire, nella classifica dei film più nominati ci sono: ‘Qui rido io’ di Mario Martone, con 14 candidature; ‘Ariaferma’ di Leonardo Di Costanzo e ‘Diabolik dei Manetti Bros’, con 11 candidature ciascuno; ‘A Chiara’ di Jonas Carpignano, ‘I Fratelli De Filippo’ di Sergio Rubini e ‘Ennio’ di Giuseppe Tornatore, con 6 candidature ciascuno.

“Quest’anno finalmente i David di Donatello approdano a Cinecittà”. Lo ha annunciato il presidente dell’Accademia dei David di Donatello, spiegando che la cerimonia di premiazione del 3 maggio si terrà appunto a Cinecittà. L’annuncio nella conferenza stampa di annuncio delle cinquine, con i relatori collegati da Cinecittà e i giornalisti collegati da remoto. “Sarà l’edizione del ritorno in presenza, con tutte le dovute precauzioni”, ha detto Stefano Coletta, direttore di Rai 1.

LEGGI ANCHE: Oscar, Will Smith lascia l’Academy dopo lo schiaffo a Chris Rock

Rai 1 ospiterà infatti la diretta, condotta ancora una volta da Carlo Conti. “Sarà un momento di grande festa per il cinema, con il tappeto rosso e il glamour, che in questi ultimi anni sono mancati. Al mio fianco di sarà Drusilla Foer. Ma non farò battute sulle acconciature dei presenti così nessuno mi darà un cazzotto”, ha detto il conduttore scherzando sull’incidente della Notte degli Oscar tra Will Smith e Chris Rock.

“Felicissima di essere stata coinvolta in un momento in cui le sale possono riempirsi di nuovo”, ha detto Drusilla. Mentre l’ad di Cinecittà, Nicola Maccanico, ha sottolineato che l’approdo del premio a Cinecittà va nella direzione di “fare sistema” del settore cinematografico.

Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI