Caro assicurazioni, a Napoli i tassisti pagano più che in altre città d’Italia. L’assessore Panini: “E’ necessario un intervento del Governo”

Caro assicurazioni, tassisti in crisi. Serve un intervento del Governo

di Redazione

Napoli – Continua la mobilitazione dei tassisti contro il caro assicurazioni. Dopo essere scesi in piazza, i tassisti napoletani hanno ottenuto l’attenzione dell’amministrazione comunale che si sta interessando di sviluppare convenzioni tariffarie che permettano un po’ di sollievo per la categoria, interessata da una forte crisi. “Uno stato di forte disagio ed esasperazione sta interessando i tassisti napoletani” ha detto l’assessore Panini, dichiarando la sua preoccupazione in merito agli ultimi dati relativi alle assicurazioni nostrane, che risultano molto più care rispetto alle altre città italiane.

In sostanza, “il preventivo medio per un tassista napoletano è di 1500 euro a fronte dei 750 euro di un tassista di Milano”, dunque il costo delle assicurazioni danneggia “un comparto importante per l’economia e lo sviluppo turistico in città”. Una situazione che non può restare inascoltata, ma – a parere dell’assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli – merita l’intervento del governo nazionale che ha provveduto a sollecitare tramite una nota inviata al Ministero per lo Sviluppo Economico.

Questa mattina una delegazione dei tassisti napoletani incontrerà i vertici ministeriali a Roma, nella speranza che qualcosa si smuova e che – come sottolineato anche da Panini – “il governo apra un tavolo con le compagnie di assicurazione perché l’esplosione dei costi comporta una spirale che colpisce quanti onestamente tutti i giorni garantiscono un servizio indispensabile”.

29 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.