mercoledì, Giugno 23, 2021
HomeSportCalcioCalciomercato, come cambierà la Seria A

Calciomercato, come cambierà la Seria A

studio tecnico legale vitale francescoIl calciomercato è senza dubbio l’argomento più trattato nel mondo del calcio. Che sia chiuso o aperto, se ne parla sempre: è il centro di ogni discussione.

Quando terminano i campionati significa che è arrivato il momento, il momento dei rumors, delle voci di mercato importanti, delle trattative; che si parli di giocatori di alto livello o basso poco importa, conta la notizia, ed è questo che ogni tifoso, ogni lettore vuole.

Dall’apertura del mercato ad oggi c’è stata una Serie A movimentatissima, come ai vecchi tempi, quando arrivavano con frequenza i grandi giocatori dall’estero. E bene sì, quest’anno c’è stato il ritorno dei giocatori di spessore, con la Juve che investe su giocatori dai classici nomi importanti, la Roma che cerca la punta di esperienza mondiale, il Milan che torna ad investire con i nuovi fondi e l’Inter che spende tanto ed acquista tanti giocatori.

Calciomercato, la Juventus

La regina del mercato è senza dubbio la capolista, come è giusto che sia. Infatti, la Juve ha mosso nomi belli grossi, con le partenze importanti di Tevez al Boca, di Pirlo nella MLS e Vidal al Bayern, e gli arrivi di Mandzukic dall’Atletico Madrid e Khedira a parametro zero dal Real Madrid. Questi i nomi certamente più gettonati, ma indubbiamente non dobbiamo sottovalutare l’arrivo di Dybala, che non è arrivato per guardar giocare i suoi compagni, ma per strappare un posto da titolare come nuovo Tevez. Stesso discorso vale per Zaza, arrivato dal Sassuolo più motivato che mai.

La competizione ora si fa sempre più dura lì in attacco, dato che la Juve punta fortemente a un trequartista/seconda punta: Paratici è già volato in Germania per incontrare direttamente Draxler (talento classe ’93 in forza allo Schalke 04) e il suo agente; Draxler è l’obiettivo numero uno e se dovesse sfumare si tenterebbe l’assalto a Kevin De Bruyne, che però al momento non dovrebbe essere affatto semplice, dato che il Wolfsburg chiede almeno 60 milioni per il ventiquattrenne belga.

I bianconeri sondano anche altre piste, in diversi ruoli, ovvero per la fascia sinistra: l’obiettivo numero uno è Alex Sandro, terzino sinistro brasiliano, la cui alternativa sarebbe Siqueira, nettamente più semplice da raggiungere dal momento che all’Atletico Madrid è tornato Filipe Luis per la fascia mancina. Infine, sempre nel reparto difensivo, ci sono stati due movimenti importanti: Ogbonna è stato venduto in Premier al West Ham, sostituito dal promettentissimo Under 21 Daniele Rugani, di ritorno dal prestito ad Empoli dello scorso anno.

http://www.roadmedianews.com/

Calciomercato, la Roma

La diretta concorrente resta la Roma, nonostante non si sia ancora mossa in maniera decisa in questo mercato. Ma la squadra della capitale sta sondando diverse piste, su tutte c’è quella di Dzeko: domani ci sarà l’amichevole tra la Roma e il Manchester City e sarà anche il momento adatto per parlare del possibile trasferimento del bosniaco in maglia giallorossa. In entrata si segue sempre la pista Salah, che sembra essere più vicino e sembra essere stato trovato l’accordo con il Chelsea su una base si 23 milioni di euro ed un contratto quinquennale proposto al giocatore da 3 milioni di euro a stagione.

L’ultima strada che segue la Roma è quella del terzino sinistro: il primo indiziato è Adriano che sarebbe in pole; dovesse sfumare il brasiliano, si penserebbe a Baba dell’Ausburg. In uscita ci potrebbe essere Gervinho, sul quale è piombato forte il Galatasaray, mentre Destro potrebbe sostituire Gomez alla Fiorentina se dovesse lasciare l’Italia destinazione Turchia.

Calciomercato, l’Inter

Tanti investimenti importanti finora li ha fatti l’Inter, che ha iniziato subito forte strappando ai cugini rossoneri Kondogbia (centrocampista classe ’93 ex Monaco) per una cifra intorno ai 40 milioni; da lì Thoir ha iniziato a prenderci gusto, soffiando loro anche Miranda. Subito chiuso poi il colpo Montoya prelevato in prestito dal Barcellona per sistemare la fascia destra.

Nel frattempo il primo colpo allora sconosciuto è stato Murillo, difensore colombiano in arrivo dal Granada, che si è fatto conoscere giocando in Copa America e riuscendo a fermare quasi sempre Messi e compagni. Ora si punta a completare il pacchetto offensivo, dove Perisic dovrebbe arrivare per una cifra che si aggira attorno ai 18 milioni, con la partenza di Shaqiri che a questo punto dovrebbe andare allo Schalke sostituendo Farfan acquistato dall’Al Jazira.

Ma l’Inter non ha intenzione di fermarsi qui: infatti si parla di un altro innesto a centrocampo che potrebbe essere Felipe Melo, essendo sfumato Mario Suarez arrivato oggi a Firenze.

Calciomercato, la Fiorentina

Fiorentina che quindi fa uno scambio lampo, cedendo all’Atletico Madrid Savic (che stava per partire in ritiro con i compagni, ma è stato bloccato per questa piacevole sorpresa) ed acquistando così Mario Suarez.

La società di Della Valle, però, non è ancora entrata nel pieno del mercato estivo, ma si è limitata a risolvere le comproprietà e i fine prestiti e soprattutto ha accolto il neo tecnico Paulo Sousa che ha preso il posto di Vincenzo Montella.

Calciomercato, il MIlan

Un’ex dominatrice del mercato è il Milan. Prima tutto era più semplice: c’erano i fondi sicuri, c’era la Champions e c’era il prestigio di questa squadra di livello mondiale. Nell’ultima sessione di mercato era rimasto solo uno di questi tre parametri, ovvero il prestigio e la storia del Milan; per fortuna dei rossoneri con l’ingresso in società di Mr. Bee e dei fondi Doyen sono tornati di nuovo anche i soldi da spendere sul mercato e finora sono stati acquistati giocatori di livello e di prospettiva, quali Bacca, Luiz Adriano, Bertolacci e Josè Mauri. C’è ancora tanto da migliorare, a partire dalla difesa che lo scorso anno è stata davvero disastrosa. A tal proposito è vivo l’interesse per Romagnoli (giovanissimo difensore classe ’95 della Roma), per il quale il Milan non sembra essere intenzionato ad offrire più di 25 milioni, mentre i giallorossi ne chiedono almeno 30-35. Nel frattempo resta sempre caldo il ritorno di fiamma di Ibrahimovic, che non è al top dei rapporti con il PSG e potrebbe partire.Speciale Dimaro 2015

Calciomercato, la Lazio e il Napoli

Due squadre che dovrebbero rinnovare più di tutte per dare un forte segnale sono la Lazio e il Napoli. La Lazio dovrebbe esser quasi costretta, in quanto ha i preliminari di Champions League e non ha una rosa tanto vasta da potersi permettere di affrontare tre competizioni la prossima stagione. Solo 4 acquisti globali per Lotito, che non sono giocatori affermati, ma giovani stranieri su cui scommettere.

Anche il Napoli non si è mosso tantissimo sul mercato, ma almeno i partenopei hanno più tempo per prepararsi dovendo affrontare un preliminare di Europa League che dovrebbe essere non troppo difficile da superare; comunque gli acquisti mirati De Laurentiis li ha iniziati a fare, con l’arrivo di un portiere che restituisce sicurezza a tutta la squadra, ovvero Reina, è quasi arrivato un buon difensore a basso costo quale Astori, a centrocampo finalmente c’è un regista che detta i tempi quale Valdifiori e una mezz’ala tecnica e di sostanza, cioè Allan. Si cerca un terzino destro: il principale indiziato è Vrsaljko, al quale si potrebbe arrivare cedendo al Sassuolo El Kaddouri, altrimenti si punterebbe su Widmer o Sala. In uscita ci sono Zapata e Britos, che rientrano nell’accordo per Allan e il primo andrà per due anni in prestito ad Udine, mentre il secondo si trasferirà nell’altra squadra di Pozzo, ovvero il Watford.

Calciomercato, tutte le altre

Trovandoci ancora in Europa, possiamo tranquillamente parlare delle due genovesi, chi nel bene e chi nel male. Da un lato, infatti, c’è il Genoa triste e sconsolato per aver conquistato sul campo l’accesso in Europa League, vedendoselo sottrarre in tribunale, mentre la Samp che è pronta per affrontare i preliminari di Europa League, giocandoli al posto dei concittadini. Il mercato dei primi è stato finora un mercato di vendita dei propri punti di sicurezza, con le cessioni di Iago Falquè e Bertolacci alla Roma, Edenilson all’Udinese, Niang di ritorno al Milan, ma non sono mancati i vari arrivi per ripartire ancora più forti l’anno prossimo. Acquisti come Pandev dal Galatasaray, Figueiras dal Siviglia, Cissokho dal Nantes. Preziosi e Galliani sembrerebbe stessero trattando per un’ipotesi di prestito di Cerci e Niang ai grifoni.

Nel frattempo, nella Genova che sorride, quella doriana, Ferrero cerca di fornire a Zenga una rosa il più competitiva possibile, con ottimi acquisti come Fernando, Zukanovic Moisander, Bonazzoli e Barreto vedendo partenze illustri come quelle di Eto’o, Obiang e Romagnoli.

Altre due squadre che sembrano aver preso la giusta strada per disputare una stagione ricca di soddisfazioni, sembrano essere Torino e Verona, con acquisti importanti per il Toro, come Baselli, Zappacosta ed Avelar, mentre il Verona ha investito su un ottimo attaccante come il “pazzo” Pazzini e un futuro potenziale talento scuola Roma, Federico Viviani.

Per quanto concerne le neopromosse la più attiva sul mercato è senza subbio il Bologna, partendo da una solida base, ovvero l’acquisto di un buon portiere come Mirante, passando per giocatori esperti come Bianchi e Brighi, arrivando a giovani di talento come Crisetig e Rizzo.

Il mercato è ancora lungo, c’è un mese abbondante da affrontare. Ne vedremo delle belle, perché questo mercato sembra essere uno dei più emozionanti e scoppiettanti degli ultimi anni.

Giovanni Annunziata

 

 

Calciomercato, come cambierà la Seria A
Redazione web
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI