mercoledì, Giugno 16, 2021
HomeSportCalcioCalciomercato: aperte le trattative. Ecco l'analisi a cura di Giovanni Annunziata

Calciomercato: aperte le trattative. Ecco l’analisi a cura di Giovanni Annunziata

Siamo a fine Luglio, il che per gli appassionati di calcio vuol dire che il mercato è aperto, il mercato è nel vivo e ci si prepara dato che, tra un mese, la nostra Serie A scenderà in campo e all’estero lo faranno ancora prima per i più grandi Campionati Nazionali delle massime serie. Nel frattempo è tempo di amichevoli ed ognuno affronta le proprie, che siano più prestigiose o meno e che siano più frequenti o meno. Giocatori in campo e dirigenti sugli aerei: questo è il calcio estivo!

Ma ora andiamo ad analizzare singolarmente squadra per squadra gli obiettivi, le ufficialità e le strategie di mercato delle 20 squadre che faranno parte della Serie A 2015/2016.

Calciomercato 2015/16:

ATALANTA: bergamaschi che non sembravano essere partiti benissimo sul mercato con le cessioni di Baselli e Zappacosta al Torino e con l’acquisto di Defrel che sfumava ogni volta, ma col passare del tempo ha iniziato a mettersi in moto con diversi acquisti come Radunovic, Kurtic e De Roon. Ora si punta a coprire il buco lasciato dalla partenza di Zappacosta sulla fascia destra: buco che potrebbe essere colmato da Sabelli, promettente terzino destro dell’Under 21 in forza al Bari, che potrebbe essere coinvolto in uno scambio con Almici che finirebbe al Bari.

Ora, però, bisogna pensare a sfoltire la rosa ed i possibili partenti sono Maxi Moralez, Marilungo, Giorgi, Cazzola, Del Grosso e Canini.

Mentre da un lato Sportiello vuole restare a Bergamo nonostante l’interessamento del Monaco, dall’altro c’è un Denis che ha nostalgia di casa e voglia di tornare in Argentina.

Ultimo acquisto è stato quello di Gaetano Monachello dal Monaco, lo scorso anno in prestito alla Virtus Lanciano.

BOLOGNA: il ritorno in A per una squadra che è abituata a giocare il massimo campionato deve essere fatto col botto. Infatti, i felsinei si sono mossi sin da subito per portare il meglio a Bologna partendo subito dalla porta prendendo Mirante. Sembrava andare tutto per il meglio con gli acquisti ormai certi di Quintero e Duncan, costruendo un centrocampo veramente forte; però all’ultimo secondo sono sfumati entrambi: Quintero non arriverà più dal Porto che ha alzato il prezzo a 20 milioni vedendo tanta concorrenza sul mercato e Duncan è passato all’ultimo minuto al Sassuolo; le alternative sono El Kaddouri e De Guzman per i quali, però, probabilmente bisognerà sacrificare Oikonomou.

Per la difesa si fa il nome di Torosidis, terzino d’esperienza della Roma, da affiancare a Mbaye. Trattativa che però non sembra essere affatto facile, considerando soprattutto l’ingaggio del giocatore greco che si aggira intorno al milione di euro l’anno.

In attacco arriva “Ciccio” Brienza, che tornerà molto utile la prossima stagione, nonostante i suoi 36 anni. Oltre a lui, si guardano Abel Hernandez, che vuole ritornare in Italia, ma che ha un ingaggio abbastanza alto,  e Alberto Paloschi, che potrebbe essere strappato al Chievo per una cifra intorno ai 5-6 milioni, ma sul quale c’è il forte interessamento del Sassuolo. Infine sono iniziati i contatti con Villalba e i suoi agenti, gioiellino argentino del San Lorenzo.

CARPI: la neopromossa per la prima volta in Serie A, dopo il buon acquisto del polacco Kamil Wilczek, attaccante classe ‘88, in arrivo dal Piast Glwice, punta a migliorare il reparto difensivo, partendo dall’arrivo in prestito di Wallace dal Chelsea, terzino destro brasiliano ex Inter, definito come il nuovo Maicon. Un obiettivo concreto resta Spolli della Roma: il difensore sembra essere molto vicino. E’ vicina anche la chiusura dell’accordo con Del Col dello Spezia.

Adesso si prova l’assalto a Marquinho, centrocampista della Roma, lo scorso anno in prestito al Verona.

In attacco, insieme a Wilczek e Mbakogu è arrivato Ryder Matos, attaccante classe ’93 in prestito dalla Fiorentina.

Nel frattempo, a completare un buon reparto difensivo, arriva Bubjnic in prestito dall’Udinese insieme a Brkic.

Si guarda sempre in casa Udinese, con il d.s. Sean Soglian che segue con attenzione Gabriel Silva, Panagiotis Konè e Nico Lopez.

CHIEVO: Chievo che dei suoi titolari dello scorso anno finora ne perde solo uno, ovvero Zukanovic finito a Genova per giocare l’Europa League con la Sampdoria; un altro che potrebbe abbandonare Verona è Paloschi, in orbita Bologna e Sassuolo.

Nel frattempo, ci sono stati buoni acquisti, come Cacciatore dalla Samp, Castro dal Chievo, M’Poku dallo Standard Liegi e Gobbi svincolatosi dal Parma.

L’ultimo acquisto è arrivato oggi, ovvero il nuovo portiere, Walter Bressan, che si è svincolato dal Varese per andare a fare il terzo al Chievo.

Per la fascia sinistra si segue Albertazzi, in uscita dal Milan e non convocato per la tournee cinese.

EMPOLI: squadra fortemente rinnovata, con diverse partenze importanti. Su tutte spiccano gli addii di Valdifiori (andato a Napoli) e Rugani (tornato a Torino alla Juve), Sepe (tornato a Napoli e poi girato alla Fiorentina in prestito) e l’addio del capitano Ciccio Tavano.

Tanti fine prestiti e rosa nettamente ridimensionata, si parte subito con il cambio in panchina accogliendo Giampaolo in sostituzione di Sarri ora in ritiro a Dimaro con il Napoli.

Ma qualche buon acquisto è arrivato, come il prestito di Skorupski dalla Roma, l’incognita Krunic dal Borak Cacak ed infine negli ultimi giorni l’ufficialità di Costa, ex Parma che oggi ha firmato un triennale per rilanciarsi ad Empoli dopo la bruttissima annata passata.

Intanto con Mario Rui che non rinnova, Belingheri, centrocampista svincolatosi dal Livorno il 30 Giugno, è un obiettivo, ma bisogna battere la concorrenza di Carpi, Salernitana e lo stesso Livorno.

FIORENTINA: viola che dopo l’arrivo di Mario Suarez e la partenza di Savic, cercano di coprire il buco creato dalla partenza del montenegrino andato all’Atletico, con un’immissione nella trattativa Astori-Napoli, cercando di sottrarre il difensore ai partenopei.

Intanto Roncaglia sembra essere ad un passo dal Marsiglia, dopo il mancato riscatto da parte del Genoa.

Per il mercato in entrata si prova ancora a prendere il centrocampista classe ’95 del Genk, Milinkovic-Savic, con un dirigente della Fiorentina volato in Belgio per incontrare la dirigenza belga del Genk.

Sul fronte Gomez, invece, l’attaccante tedesco ha detto “no” al Besiktas.

FROSINONE: è sicuramente la squadra meno attiva sul mercato tra le tre neopromosse, ma comunque pian piano qualcosa si sta muovendo anche lì. Con Diakitè e Rosi due innesti importanti, sotto il punto di vista dell’esperienza e della qualità, in quanto sono giocatori buoni sicuramente da squadra di media classifica. A loro vanno aggiunti altri tre ottimi nuovi acquisti, ovvero il prestito del napoletano classe ‘96 Daniele Verde in prestito dalla Roma e i ventiduenni Leali e Chibsah in prestito rispettivamente dalla Juve e dal Sassuolo.

Ultimo nome di mercato è Hachim Mastour, gioiellino classe ’98 del Milan che non rientra ancora nei piani di Mihajlovic e potrebbe finire in prestito al Frosinone.

GENOA: grifoni che dopo gli ultimi arrivi sembrano essere pronti a rilanciarsi per trovare di nuovo un posto in Europa il prossimo campionato, battendo, però, questa volta, le licenze UEFA. Perotti ha recuperato alla grande dall’infortunio e il Genoa vuole trattenerlo. In amichevole grande partita dei neoacquisti Cissokho e Pandev, con quest’ultimo andato anche a segno.

Genoa che punta Nico Lopez con Cerci che resterà al Milan.

Un obiettivo per la difesa è Andreolli dell’Inter, per il quale bisognerà battere la concorrenza della Samp.

Intanto si cerca un terzino sinistro, che potrebbe essere Criscito, dando vita a un ritorno importantissimo nella società che lo ha lanciato.

Come ultima indiscrezione di mercato dei grifoni, si è parlato di un interessamento per Hachim Mastour, gioiellino classe ’98 del Milan, dichiarato cedibile in prestito e seguito anche dal Frosinone.

In uscita ci sarebbe Cofie, contattato dal Sivasspor.

INTER: nerazzurri che sono in fase di assemblaggio e che cercano ancora fortemente due attaccanti, nello specifico due seconde punte. Oggi è parso molto vicino Jovetic, con un affare che si aggira intorno ai 15 milioni. Per quanto riguarda l’acquisto di Perisic, bisogna prima aspettare la cessione di Shaqiri allo Schalke 04.

In uscita dovrebbe esserci Andreolli, conteso nel derby tra Genoa e Samp.

Khrin passa ufficialmente al Granada a titolo definitivo.

Bardi dovrebbe essere ufficializzato a breve in prestito all’Espanyol.

JUVENTUS: Vidal passa oggi ufficialmente al Bayern Monaco dopo il superamento delle visite mediche.

Dopo le cessioni illustri, si pensa al grande colpo sulla trequarti ed i nomi sono sempre gli stessi: Draxler, Gotetze ed Isco. Per il primo si parla di 35-38 milioni e Torino sarebbe una destinazione graditissima per il giocatore; per il secondo la pista è la più difficile perché è valutato quasi il doppio e né lui né il Bayern sono disposti ad accettare offerte al momento; infine, per quanto concerne Isco, si parla di un’offerta di 30 milioni più Llorente, che sarebbe un acquisto gradito per Benitez. Lo stesso Llorente, però, sembrerebbe vicino all’Arsenal, che dovrebbe aver presentato un’offerta per l’attaccante spagnolo.

Sulla fascia sinistra si pensa ad Alex Sandro e Kurzawa.

LAZIO: finalmente sembra esser arrivato il quarto acquisto in casa Lazio, ovvero Ricardo Kishna, ala mancina classe ’95 dell’Ajax, che firmerà un contratto di 4 anni da 1,2 milioni di euro a stagione.

Intanto a centrocampo blindato Biglia, rifiutando un’offerta dello United da 25 milioni. All’argentino Lotito cercherà di affiancare il giovanissimo serbo Milinkovic Savic classe ’95, sul quale però c’è anche la Fiorentina.

Per l’attacco si pensa a Fabio Borini, che però ha offerte sia in Italia che all’estero.

MILAN: rossoneri che si sono fermati un po’ sul mercato dopo gli arrivi di Bacca e Luiz Adriano. Ora bisognerà sfoltire la rosa per farla arrivare a 25 elementi (esclusi gli under 21) come richiesto dalle nuove regole. Così, in uscita ci saranno Albertazzi, Agazzi, Verdi, Zaccardo e Matri. Mastour è richiesto dall’Ajax e i rossoneri si aspettano non meno di 5 milioni di euro, altrimenti ci potrebbero essere Frosinone o Genoa come destinazione per il ragazzo o come ipotesi ultima un anno in Primavera rossonera.

Sempre sul fronte cessioni, è stato ceduto in prestito Petagna all’Ascoli.

Mentre l’argomento più importante resta sempre Ibra, che sembrerebbe più vicino al ritorno in rossonero, dopo aver praticamente rotto i rapporti con il Psg e rifiutato un’offerta del Manchester United.

Sul fronte Romagnoli non ci sono novità da registrare, eccezion fatta per il giocatore che sembrerebbe gradire il Milan come destinazione.

NAPOLI: Allan finalmente si è allenato con i suoi nuovi compagni, mentre Astori era atteso oggi insieme ai suoi agenti per le firme del contratto, ma non si sono presentati, probabilmente per un inserimento da parte della Fiorentina. Oltre ad Astori in difesa si guarda a Barcellona puntando su Bartra, che praticamente non gioca mai e vorrebbe andare in una squadra per giocare titolare. Anche se l’agente ha fermamente smentito dicendo che non hanno mai parlato di Napoli e con il Napoli.

Nel frattempo in questi giorni il Napoli sembrerebbe essersi avvicinato a Romagnoli, essendo pronto ad offrire 30 milioni, battendo così la concorrenza del Milan.

Sulla fascia, invece, i nomi sono sempre quei tre: Vrsaljko, per il quale il Napoli avrebbe offerto 7 milioni più El Kaddouri, Sala del Verona e Widmer dell’Udinese, per il quale potrebbe essere inserito De Guzman che finirebbe al Watford.

Napoli che ora guarda al mercato in uscita, con De Guzman e/o El Kaddouri che potrebbero finire al Bologna che comporterebbero molto probabilmente l’arrivo di Oikonomou. In uscita si parla da tanto tempo di Callejon, che dovrebbe finire in Premier, dato che piace a tante squadre, su tutte a Tottenham e Chelsea.

PALERMO: siciliani che devono sostituire Dybala, andato a inizio mercato alla Juve. Gli obiettivi principali sono Defrel del Cesena, seguito da mezza Serie A. Nella giornata di ieri, invece, incontro con il ds del Las Palmas, con il quale non è però ancora stato trovato l’accordo economico per Sergio Araujo, attaccante classe ’93 cresciuto nel Boca.

In uscita ci sono Enzo Maresca, accostato ai New York Cosmos di Raul (ex Real Madrid), Joao Silva che piace al Paok Salonicco, Lores Varela che potrebbe andare a giocare in B col Modena, Troianiello ancora da decidere dove piazzarlo, Milanovic che andrà a titolo definitivo al Vicenza nei prossimi giorni, Nicolas Viola che piace tanto a Novara e Virtus Entella, Granddi Ngoyi che può andare al Troyes ed infine Cephas Melele che piace alla Carrarese.

In attacco resta comunque blindato Belotti che il prossimo anno vuole essere il giocatore chiave per il Palermo ed esplodere definitivamente.

ROMA: la Roma sembrerebbe aver sbloccato il suo mercato iniziando a prendere il portiere, ovvero Szczesny, acquistando il portiere polacco dall’Arsenal con la formula del prestito.

Salah è sempre più vicino, che su twitter ha comunicato che a breve cambierà la propria immagine del profilo con una foto dove indosserà una nuova maglia. Con il giocatore l’accordo c’è ormai da tempo, mentre con il Chelsea è ancora da definire il prezzo e le modalità di acquisto: la Roma propone un prestito con obbligo di riscatto fissato a 20 mln, mentre il Chelsea vuole cedere il giocatore a titolo definitivo.

In arrivo anche il terzino del Barcellona, Adriano, come dichiarato dal suo agente.

Per quanto riguarda la pista Dzeko, si continua a trattare, senza però essere arrivati ad una conclusione concreta, anche perché Doumbia ha rifiutato il trasferimento in Turchia. Infine c’è stato un sondaggio per Destro da parte del Bayer Leverkusen.

SAMPDORIA: Ultimo arrivo è quello di Moisander, difensore finlandese ex Ajax. A lui si sta per affiancare un altro difensore: Lucas Mendes; infatti, per il centrale brasiliano in forza al Al-Jaish sembra essere quasi fatta, con un’operazione di prestito con diritto di riscatto.

A centrocampo, con Duncan andato al Sassuolo, si punta Carbonero e, se dovesse sfumare, sarebbe pronto subito l’assalto a Taider.

Per quanto riguarda il mercato in entrata oggi Ferrero ha annunciato che ci saranno altri due acquisti e la Samp potrà dichiarare il suo mercato chiuso.

Sul fronte Cassano, dopo i fortissimi dubbi da parte di mister Zenga, oggi Ferrero chiude al ritorno del barese in maglia blucerchiata commentando che i ritorni non gli piacciono e facendo trapelare dalle sue parole che non ha bisogno di uomini spacca spogliatoio, tenendo molto all’unità del gruppo.

Per l’attacco Zenga avrebbe chiesto Matri, essendo la Samp alla ricerca di una prima punta, con Okaka sempre più vicino all’Anderlecht. L’unico ostacolo, al momento, è l’ingaggio del giocatore rossonero.

SASSUOLO: ufficializzato oggi l’arrivo del nuovo centrocampista neroverde Duncan, strappato al Bologna, il Sassuolo di certo non si ferma qui. In attacco per sopperire alla partenza di Zaza si prova l’assalto a Paloschi, sul quale c’è anche il Bologna. Oltre all’attaccante scuola Milan, si punta Belotti, per il quale è stata fatta un’offerta di 6 milioni prontamente rifiutata da Zamparini che ha dichiarato il giocatore incedibile. Oltre a questi due nomi, il Sassuolo in attacco pensa anche a Matri e Abel Hernandez, anche se il loro ingaggio sembrerebbe troppo elevato.

In attacco è sempre vivo il nome di Defrel, per il quale si è scatenata una era e propria asta, ma le più forti sul cesenate sembrano essere lo stesso Sassuolo ed il Palermo.

In uscita c’è Vrsaljko, che però non dovrebbe essere venduto fino a quando non sarà trovato un sostituto. Nel frattempo c’è l’interesse della Juve su di lui e un’offerta concreta del Napoli che, dopo la richiesta del Sassuolo di 14 milioni, ha offerto 7 milioni più El Kaddouri.

TORINO: Cairo ha già la sua squadra avendo lavorato miratamente nei ruoli da migliorare a inizio mercato. Non esclude altri tre quattro colpi sul mercato, ma non li ritiene fondamentali.

Al momento si prova un inserimento per Defrel e per Paloschi che interessano.

Sul fronte Cerci, il presidente chiude nettamente, dichiarando che “Cerci quando arrivò al Torino era motivato per lanciarsi, mentre ora non avrebbe più le stesse motivazioni ritornando indietro”.

UDINESE: Interesse Everton Herteaux. Sul fronte cessioni, Simone Scuffet non andrà al Cesena che è sfumato, ma dovrebbe comunque andare in prestito in qualche squadra di Serie B: le offerte più concrete sono arrivate da parte di Como e Lanciano.

Widmer interessa seriamente al Napoli, che potrebbe prenderlo dando De Guzman, che Pozzo porterebbe al Watford.

Oggi è stato presentato Valerio Verre, nuovo centrocampista dell’Udinese, arrivato dalla Roma.

Nella stessa giornata di oggi è arrivato Khrin dal Granada, altro club della famiglia Pozzo. A centrocampo arriva anche Iturra, centrocampista classe ’84 sempre dal Granada. Con il suo arrivo e l’acquisto a titolo definitivo di Piris, l’Udinese ritiene al completo il proprio reparto difensivo e il proprio centrocampo, con una rosa da sfoltire a partire dalla cessione in prestito di Bubjnic al Carpi arrivando alle probabili partenze di Evangelista, Battocchio e Silva.

VERONA: arrivati Pazzini e Viviani già si pensa ad un Verona più grande. Ma affinché si possa ambire a posizioni più prestigiose in classifica, bisogna sistemare anche la difesa, che lo scorso anno è stata tutto fuorché impenetrabile. A tal proposito è arrivato dal Malmo il grosso difensore centrale svedese Helander, classe ’93.

Nei giorni scorsi è stato ufficializzato l’acquisto di Winck, terzino destro classe ’94 dal Porto Alegre. Con il suo arrivo è più vicina la cessione di Sala al Napoli? Chi sa… lo scopriremo nei prossimi giorni o nelle prossime settimane.

In uscita, ceduto a titolo definitivo Nenè allo Spezia.

 

A CURA DI GIOVANNI ANNUNZIATA

 

Calciomercato: aperte le trattative. Ecco l'analisi a cura di Giovanni Annunziata
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI