Arriva il Pronto Intervento Stradale, il 118 delle buche

Arriva il 118 per le buche: il Pronto Intervento Stradale opererà 24h in ciascuna Municipalità. Ci sarà anche un portale online dedicato alle segnalazioni

Un pronto soccorso anti-buca, con l’obiettivo (ambizioso) di rendere finalmente percorribili e sicure le strade di Napoli: è questo l’obiettivo del Pronto Intervento Stradale, il progetto presentato ieri mattina dall’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Napoli, Mario Calabrese e da Domenico Allocca, presidente di Napoli Servizi.

Pronto Intervento Stradale: ecco i dettagli del progetto

Il “Pronto Intervento Stradale” costerà alle casse del Comune 15,5 mln di euro, stanziati nel 2014 per tutta una serie di interventi di manutenzione, ordinaria e straordinaria, che saranno effettuati nel corso di quest’anno. L’obiettivo è quello di riqualificare l’85% delle strade cittadine entro la prima metà del 2016. Il Pronto Intervento Stradale sarà affidato interamente alla Napoli Servizi in collaborazione con gli uffici tecnici delle 10 Municipalità: il progetto prevedere la presenza di una squadra per ogni Municipalità, che lavorerà 24h, festivi compresi, raccogliendo anche le segnalazioni dei cittadini: ciascun napoletano potrà infatti segnalare la presenza di buche o fare richiesta di manutenzione stradale attraverso un portale dedicato, che raccoglierà proprio tutte le segnalazioni dei cittadini (che si attendono a cascata). 

Più operatori e nuovi mezzi in campo per il Pronto Intervento Stradale

Un superlavoro per i tecnici ma anche una responsabilizzazione delle Municipalità, che ora saranno garanti della sicurezza e della manutenzione stradale nei confronti dei cittadini. Un’opera ambiziosa, quella del Pronto Intervento Stradale, che però è anche fattibile, secondo Domenico Allocca, manager di Napoli Servizi. “Nel 2014” ha spiegato Allocca “siamo riusciti a colmare 22mila buche con solo 3 squadre. Ora, con l’introduzione del Pis, le squadre diventeranno dieci (una per ogni Municipalità, ndr). A disposizione degli operatori, che sono aumentati da 43 a 72, ci saranno anche nuovi mezzi e macchine acquistati dal Comune con un primo investimento di un milione e mezzo.

Pronto Intervento Stradale: ecco il commento di Luigi De Magistris

Un progetto, quello del Pronto Intervento Stradale, sul quale anche il sindaco Luigi De Magistris, ironia della sorte definito a più riprese con l’evocativo epiteto di “sindaco delle buche” ha investito molto. Ecco le sue dichiarazioni in occasione della presentazione del progetto:

“Questa operazione mira a garantire maggiore sicurezza, manutenzione e decoro. È una sfida da consolidare. La manutenzione cittadina ha sofferto per tanto tempo non per disattenzione dell’amministrazione, ma per un problema di finanza pubblica che ora è stata risanata. Ora possiamo garantire interventi significativi e non tampone”.

Le parole del sindaco sono chiare: ora che i soldi ci sono e il Comune di Napoli non è pi in rosso, la manutenzione stradale diventerà uno dei principali obiettivi dell’amministrazione De Magistris. Diciamo pure l’ultima, imponente opera prima della fine del mandato dell’attuale sindaco. Un’opera sulla cui riuscita, essendo il problema delle buche così sentito dai napoletani, il sindaco potrebbe anche giocarsi la rielezione.