giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeCulturaAl Conservatorio di San Pietro a Majella il saluto al 2023

Al Conservatorio di San Pietro a Majella il saluto al 2023

Un pomeriggio di parole e musiche per ricordare una figura di spicco del pianismo napoletano nel centenario della sua nascita: venerdì 22 dicembre il Conservatorio San Pietro a Majella renderà omaggio ad Annamaria Pennella, pianista di fama internazionale e didatta apprezzata.

Due gli appuntamenti in programma che ne ricorderanno il talento artistico e lo spessore accademico: a partire dalle 17.15 nella Sala Muti Emanuela Grimaccia, Eloisa Intini, Carla Di Lena e Paologiovanni Maione daranno vita ad una conversazione che ripercorrerà la lunga e articolata carriera di Annamaria Pennella.

Saranno evocati i suoi studi di perfezionamento con Marguerite Long e Arturo Benedetti Michelangeli, il suo debutto al San Carlo a soli 28 anni, l’intensa attività concertistica, i tanti dischi incisi e, non ultime, le parole del musicologo Guido Pannain che le riconobbe la capacità di estrarre dal pianoforte sonorità sinfoniche, trasformandolo in un’orchestra, con tutti i timbri dei vari strumenti.

Annamaria Pennella sarà poi ricordata come instancabile docente del San Pietro a Majella, formando musicisti capaci poi di imporsi sulla scena pianistica mondiale.

Il secondo appuntamento di venerdì 22 dicembre vedrà invece protagonista proprio uno dei suoi allievi di maggior talento: la Sala Scarlatti ospiterà l’esibizione di Antonio Pompa-Baldi.

Con la presenza stabile nelle sale più prestigiose dei cinque continenti, un’attività discografica che vanta la registrazione di oltre 30 album, i numerosi riconoscimenti accademici ottenuti in Cina e la docenza al Cleveland Institute of Music, il pianista di origini foggiane è considerato uno dei maggiori eredi della lezione di Annamaria Pennella.

Il concerto di Antonio Pompa-Baldi sarà incentrato su pagine di Franz Liszt, Roberto Piana e Sergej Rachmaninov e avrà inizio alle ore 18.30 con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI