Addio al questore Luigi De Stefano, arrestò “Sandokan” e Pasquale Scotti

Si è spento all’età di 73 anni il questore in pensione Luigi De Stefano, fu anche alla guida del commissariato di Scampia durante la prima faida di camorra.

Si è spento, all’età di 73 anni, il questore in pensione Luigi De Stefano. Aveva arrestato latitanti del calibro di Pasquale Scotti e Francesco “Sandokan” Schiavone. Era rimasto vittima di una brutta caduta in casa ed è spirato dopo alcuni giorni in rianimazione presso l’ospedale Rummo di Benevento. Lascia due figlie.

Originario di Somma Vesuviana, viveva tra il Sannio e la casa di famiglia a Napoli, nel quartiere Vomero. Entrato in Polizia nel 1973, ex capo della squadra Mobile della Questura di Caserta e, tra gli altri, guidò il commissariato di Scampia durante la prima faida di camorra. Tra gli arresti più illustri della sua prestigiosa carriera, quello del boss del clan dei Casalesi Francesco “Sandokan” Schiavone, avvenuto dopo un inseguimento a Millery, in Francia, negli anni ’80. Ma anche quello, al termine di una violenta sparatoria, di Pasquale Scotti, ex braccio destro di Raffaele Cutolo, avvenuto in un assedio a una masseria di Caivano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *