E’ morto Ugo Esposito, maestro dei pastori di San Gregorio Armeno

Era uno degli ultimi rappresentanti di una generazione di artigiani napoletani che ha fatto conoscere nel mondo la via dei pastori e dei presepi.

“Ha sempre coltivato il bello cercando di portare a San Gregorio Armeno prodotti di qualità. Con lui scompare uno degli ultimi rappresentanti di una generazione di artigiani napoletani che ha fatto conoscere nel mondo la via dei pastori e dei presepi”. Così Ulderico Pinfildi, maestro artigiano, ricorda la figura di Ugo Esposito, 77 anni, i cui funerali si sono svolti oggi a San Marco di Castellabate (Salerno).

Molto conosciuto nell’ambiente, riferimento per i colleghi e per gli amanti delle produzioni artigianali col suo ‘Il mondo dei Pastori’, Ugo aveva sempre un consiglio da dispensare col sorriso sulle labbra, la battuta pronta e un immancabile caffè per conversare meglio. Nel suo atelier si potevano ammirare produzioni di qualità (uno dei suoi riferimenti era Armando Del Giudice, amico e fine artigiano), tessuti particolari, ‘composizioni’ che toglievano il fiato. Un vero paradiso per gli appassionati e anche per i bambini.

Ricorda ancora Pinfildi: “Era artigiano ma anche rivenditore, un commerciante capace di promuovere il bello; si battè per la rinascita di San Gregorio Armeno insieme con importanti operatori come Giuseppe Ferrigno, la famiglia Maddaloni e altri ancora”. Fece anche parte del Capan (Consorzio artigiani presepe artistico napoletano) assieme allo stesso Pinfildi, Giuseppe Ercolano, Alfredo Molli, Giovanni Sinno partecipando a Castel dell’Ovo a ”L’ultima scena”, mostra del presepe artistico napoletano con il sostegno di Camera di Commercio, Assessorato al Turismo e Artigianato della Provincia, Assessorato alla Cultura del Comune, Confartigianato provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *