lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeCulturaA Pozzuoli s'Immagina di Film e Festival

A Pozzuoli s’Immagina di Film e Festival

Non solo danza in Campania, con Pozzuoli capitale della video-danza con la quarta edizione di “Immagi]na Film Festival”.

Non solo danza in Campania, con Pozzuoli capitale della video-danza con la quarta edizione di “Immagi]na Film Festival”, uno dei festival più sperimentali del panorama nazionale. Da venerdì 18 nopvembre si salperà per una tre-giorni di incontri, proiezioni, premi e tantissima coreografia in un mare di danza! E fino a domenica 20 novembre gli appassionati potranno guardare al futuro di Tersicore ed al passato delle grandi idee e gesta degli ospiti di ArtGarage.

Infatti è proprio nella storica sede del Parco Bognar 21, in quel di Pozzuoli, a due passi dalla stazione della Metro 2 di Pozzuoli, che appassionati e curiosi potranno gratuitamente accedere nel più redditizio centro di produzione del territorio con la quarta edizione di “Immagi]na Film Festival”. Sarà dunque un weekend ricchissimo per soddisfare le esigenze più variegate della sperimentazione a tutto tondo, proprio come la natura di ArtGarage, un centro di produzione delle arti performative contemporanee, ideatore del festival, che da sempre si dedica, oltre alla produzione della danza, anche alla diffusione delle arti visive in ogni sua forma attraverso l’organizzazione di mostre, proiezioni, incontri, festival.

E così anche quest’anno non potevano mancare le video-performance accanto a tanta danza con ospiti e volti noti al pubblico appassionato e ballettomane. Tuttavia è bene precisare che “Immagi]na Film Festival” si concentra principalmente sull’interazione tra la danza e le tecniche del cinema, esplorando le possibilità e i confini di queste forme d’arte. Il festival accoglierà opere filmiche di grande impatto e originalità, in grado di valorizzare i talenti di registi e coreografi oltre che videomaker sperimentali provenienti da ogni angolo del mondo. Un modo per promuovere e divulgare soprattutto il linguaggio della dance for camera sempre più diffuso e utilizzato dai coreografi per lo sviluppo della propria ricerca coreografica.

Il Festival è suddiviso in due categorie. La prima è nominata “Dance for camera”, suddivisa a sua volta nelle due sottocategorie Cortometraggi e Documentari. La seconda categoria è invece “Experimental Film”. Con il sostegno della Fondazione Film Commision Regione Campania, e con oltre cento candidature provenienti da trenta paesi del mondo, dal 18 al 20 novembre saranno presentati i film selezionati. Seguiranno dunque tre giorni di proiezioni, performance ed incontri con la Compagnia danza Estemporada, la codirettrice artistica della sezione danza del Teatro Bellini di Napoli Manuela Barbato ed i coreografi e registi Gennaro Maione e Nyko Piscopo.

Una giuria di esperti, oltre che una giuria popolare costituita da studenti e danzatori professionisti, proclamerà i migliori video di questa edizione. Da quest’anno un premio sarà dedicato alla memoria di Marilena Riccio dopo la sua scomparsa di pochi mesi fa. Già prima ballerina del Teatro di San Carlo di Napoli, nonché ideatrice del “Coreografo Elettronico” festival, Marilena Riccio va ricordata per aver contribuito in maniera determinante allo sviluppo della videodanza nel nostro paese.

Un premio che dunque vedrà coinvolti personaggi di chiara fama, a cominciare dal presidente di commissione di “Immagi]na Film Festival” Giuseppe Borrone, storico del cinema e direttore artistico e collaboratore per numeri festival cinematografici. Accanto a lui siederanno Adele Gallo e Massimiliano Pacifico direttori della omonima “Adele Gallo & Massimiliano Pacifico Casting”, la direttrice portoghese Quinzena de Danca de Almada – International dance Festival Ana Macara, il critico di teatro e di danza, nonché fotografo di scena Giuseppe Distefano, il regista montatore e visual artist francese Gilles Dubroca, la coreografa statunitense Jeanne Yasko e la regista di film d’animazione, peraltro premiata ai Nastri d’Argento, Maria di Razza.

Il calendario, a cornice di così tanta gente di danza e cinema, comincerà venerdì 18 novembre dalle 21 con la performance “Lo stato della materia #ilmutaforme” proposto dalla Compagnia Danza Estemporada ed un talk moderato da Manuela Barbato con ospiti le registe Giorgia Romano, Mena Rusciano e la fotografa Federica Capo. A seguire saranno proposte le proiezioni video in concorso. Sabato 19 novembre con il talk moderato da Manuela Barbato saranno invece ospiti i registi Gennaro Maione e Nyko Piscopo a cornice di altre proiezioni video in concorso. Domenica 20 novembre ci sarà la giornata di chiusura di questa quarta edizione di “Immagi]na Film Festival” con la presentazione del Premio dedicato a Marilena Riccio a cura di Antonio Colandrea, già danzatore della meravigliosa stagione del MaggioDanza fiorentino ed attualmente direttore artistico del festival “Napoli in Danza”, accanto all’etoile del Teatro di San Carlo di Napoli Patrizia Manieri che racconterà la storia del balletto recente, anche e soprattutto nel nome della compianta Marilena Riccio. A seguire naturalmente ci sananno le proiezioni dei finalisti e l’attesissima premiazione.

RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI