Trovata auto con fori di proiettile e tracce di sangue, l'intestatario: "La usava mio fratello"

Soldi in cambio di lavoro, arrestato grazie a “Striscia la notizia”

Arrestato un quarantaquattrenne che truffava le persone promettendo lavoro in cambio di soldi.

E’ stato arrestato oggi Giovanni Compagnone, che prometteva lavoro  facendo leva e speculando sui problemi delle persone che erano alla ricerca di un lavoro, ed in cambio chiedeva delle somme di denaro.

Scoperto grazie a “Striscia la notizia”

Il 5 marzo è andato in onda un servizio sulla trasmissione televisiva “Striscia la notizia” che mostrava un uomo che in compagnia di un complice, truffava le persone promettendo lavoro in cambio di soldi. Alcune vittime del truffatore, vedendo il video, hanno riconosciuto la persona che aveva approfittato di loro e si sono rivolti alla polizia che subito si è attivata per mettere fine alla truffa.

Ieri sera è scattata la trappola

Ieri una donna, che era già stata truffata e aveva ricevuto la richiesta di ulteriori somme di denaro, si è rivolta al Commissariato di Polizia. Il piano dei poliziotti è stato quello di far prendere un appuntamento alla signora con il malfattore per poi poter intervenire. Il truffatore ha dato appuntamento alla donna a Capodichino per poter ricevere la somma che gli voleva estorcere, la ragazza si è recato sul posto, mentre i p0liziotti si erano nascosti in attesa del momento propizio per poter intervenire.

Il tentativo di fuga

La donna è entrata nell’auto del quarantaquattrenne ed gli ha consegnato il denaro, avvenuto lo scambio subito si è mossa un’auto della polizia per arrestare l’uomo, il quale non si è curato dell’alt imposto dalla polizia e si è dato alla fuga, trattenendo la donna come ostaggio. Il criminale si è lanciato a tutta velocità sulla tangenziale in direzione di Fuorigrotta, dopo un lungo inseguimento la polizia è riuscita a fermare la corsa del truffatore all’altezza della galleria di Capodimonte. L’uomo è’ stato portato a Poggioreale mentre la polizia sta svolgendo ulteriori indagini per cercare altre vittime.