venerdì, Aprile 19, 2024
HomeCultura"Villa Girard", l'imprevedibile racconto di Tony Di Crisci Salvati

“Villa Girard”, l’imprevedibile racconto di Tony Di Crisci Salvati

Intervista a Tony Di Crisci Salvati, autore di “Villa Girard”.

Tony Di Crisci Salvati nasce a Napoli il 6 aprile 1984.

È stato da sempre appassionato alla musica Rock, al cinema e al mondo naturale e animale. All’età di dodici anni comincia a svilupparsi in lui l’amore per la scrittura dopo aver letto una famosa serie di romanzi: I Piccoli Brividi.

Gli piace documentarsi su tutto ciò che lo attira, ed è sempre molto meticoloso nella cura dei dettagli. È il fondatore e l’attuale admin di uno dei gruppi Facebook per autori emergenti più seguiti in Italia, “SCRITTORI EMERGENTI ITALIA.”

Nel 2020 una sua storia dal titolo “Racconti dal mondo” è stata selezionata e pubblicata in una raccolta dal nome “22 Battiti D’Ali”, il cui ricavato è andato tutto in beneficenza alla protezione civile per la lotta contro il Covid-19. L’opera in questione ha ricevuto varie recensioni positive su diversi giornali locali e regionali.

Dopo aver partecipato e, in alcuni casi, vinto delle gare letterarie su vari social, a marzo del 2021 fa il suo esordio con il romanzo “GITS Fantasmi nell’ombra”, edito da LFA Publisher. Un thriller di spionaggio militare, ambientato principalmente negli Stati Uniti. Attualmente il romanzo è alla sua terza ristampa.

Da ottobre a dicembre del 2021 ha curato, ideato e fatto da giudice a un concorso letterario per conto della casa editrice, PAV edizioni. L’antologia dal titolo “Come NON uccidere l’ambiente” è stata pubblicata a marzo del 2022.

A ottobre del 2021 un suo racconto viene scelto e selezionato per far parte dell’antologia “Racconti liberi” concorso organizzato da Historica Edizioni in collaborazione con RuleDesigner.

A dicembre 2021 una sua storia dal titolo “La notte dei fuochi d’artificio” ottiene il primo posto al concorso letterario internazionale “Festa dei popoli di Aversa 2021”.

Dopo i tristi eventi che colpiscono l’Ucraina decide, insieme ad altri due autori, di realizzare una antologia a sostegno delle famiglie vittime della guerra. L’antologia è in fase di realizzazione.

Ad Aprile del 2022 a una sua opera dal titolo“Una nuova occasione”, viene assegnato il Premio della critica al concorso nazionale Francesco Giampietri prima edizione.

“Lo spacciatore di storie” è il suo secondo libro; si tratta di un primo volume di una raccolta di racconti di diverso genere, stile e narrazione.

A maggio del 2022 firma un contratto per Deleos Digital per la pubblicazione di un racconto.

A dicembredel 2022 un suo racconto dal titolo, L’emblema di Napoli, viene selezionato dalla Giulio Perrone Editore per un concorso che vedrà la pubblicazione di un’antologia che uscirà a gennaio 2023 con il marchio l’Erudita editore.

  • Benvenuto Tony. Raccontami come nasce la tua passione per la scrittura, quando hai capito che scrivere era la tua felicità?

Non ricordo precisamente il momento esatto in cui ho capito che scrivere era per me una vera e propria passione.Con il tempo ho capito, attraverso racconti che scrivevo da bambino, che riuscivo a trasmettere qualcosa. Da lì in poi non ho mai più smesso e da qualche anno ho deciso di pubblicare e di mettermi in gioco.

  • Il tuo genere preferito è il mistery- horror, o comunque il thriller psicologico. Cosa ti attrae di questo genere letterario?

Faccio una premessa, mi piace pensare di non essere legato a un solo genere letterario.Diciamo che sonopoliedrico. Però questo genere mi attrae molto perchéin un certo senso mette in risalto alcuni aspetti legati alla mente umana. Spesso troppo suscettibile e facilmente influenzabile.

  • Diciamo che è il genere che ti permette di esprimerti al massimo.

Sì, esatto. Almeno così dicono i miei lettori.

  • Veniamo al tuo interessantissimo racconto, appena pubblicato con Delos digital, “Villa Girard”, un viaggio nella mente umana, divisa tra il bene e il male, tra l’imprevedibilità e un’apparente normalità. Raccontaci brevemente la trama.

Keanu, il protagonista, ereditata una maestosa villa dal suo zio preferito. Scomparso per un brutto male. Dopo la tragedia,Keanu e la sua famiglia si trasferisco in questa villa per un nuovo inizio. Ben presto però, scopriranno che la villa è la culla di un macabro segreto rimasto assopito da tempo.

  • Mi colpisce molto la tua scrittura chiara, quasi delicata, nonostante tu tratti di un genere bello tosto, e senza togliere intensità alla trama. Quanto lavori sul tuo stile di scrittura?

Grazie per l’apprezzamento. A un occhio attento come il tuo non sfugge niente. Come hai anticipato, sono sempre alla ricerca di uno stile di scrittura che possa essere il più chiaro possibile e che riesca a trasmettere tutte le emozioni al lettore. Infatti, nell’ultimo periodo mi sto specializzando sui racconti, perché credo che siano più difficili da strutturare e quindi per farli funzionare bene bisogna essere incisivi e sintetici. In oltre la trama non può avere falle. Non nascondo però le molteplici difficoltà che ci sono dietro per realizzarli.

  • Il tema del doppio binomio male/bene e di libero arbitrio è un argomento che già hai trattato in altri tuoi romanzi. Quanto credi alla possibilità di scelta che l’uomo in genere nella vita ha?

Questa è una bella domanda. In realtà non credo molto nella possibilità di scelta che ha un individuo. Credo che in determinate situazioni non si possa decidere. C’è però chi ci prova e chi non ci prova, questa è una scelta che secondo me si può fare.

  • Quanta fatica hai fatto per raggruppare suspense,introspezione, mistero e sentimenti in un racconto breve come questo?

Tanta. Anche dietro un racconto relativamente breve, c’è molto lavoro e organizzazione. Un doveroso ringraziamento va anche alla mia squadra di lettori beta, i loro consigli sono fondamentali.

  • Pensi di riprenderlo per farlo diventare un vero romanzo? In realtà i presupposti ci sono.

Quando ho scritto Villa Girard, l’ho fatto pensando che fosse un’ottima storia per un racconto, ma le continue richieste di scriverci sopra un romanzo che sto ricevendo mi stanno facendo credere che forse è stata la scelta sbagliata. Magari chissà un giorno lo scriverò.

  • Ultima domanda Tony, i tuoi progetti immediati e futuri riguardo la scrittura.

Il primo progetto è sicuramente l’uscita del mio secondo libro, terza pubblicazione ufficiale. A dicembre ho firmato con una nuova casa editrice e a breve partiranno i lavori di editing. Si tratta di una raccolta di racconti di diverso genere letterario stile e narrazione, dove vengono trattati diversi aspetti sociali e che spesso sono argomenti molto sensibili. Il secondo progetto che stiamo curando io e un altro autore, Dave Given, riguarda la realizzazione di un concorso letterario in collaborazione con la PAV edizioni. Per l’occasione verrà pubblicata un’antologia che sarà presentata e premiata a Napoli al salone del libro dal 13 al 16 aprile.

ECCO IL LINK PER ACQUISTARLO:

https://www.amazon.it/Villa-Girard-Tony-Crisci-Salvati-ebook/dp/B0BPK756V5

Daniela Merola
Daniela Merola
Napoletana, giornalista, formatrice culturale, ufficio stampa, scrittrice. Vivo per coltivare sogni. Amo lo spettacolo della vita.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI