lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAttualità“Via Appia, regina dei Musei”: Terre di Campania racconta i musei lungo...

“Via Appia, regina dei Musei”: Terre di Campania racconta i musei lungo la Regina Viarum

Venerdì 15 settembre alle 18:00, la presentazione della guida presso il Laboratorio Culturale “Campania, Bellezza del Creato” a Sant’Anastasia (NA).

Data alle stampe la pubblicazione “Via Appia, regina dei Musei”, realizzata dall’Associazione Terre di Campania APS, che sarà presentata, venerdì 15 settembre 2023, alle ore 18:00, presso il Laboratorio Culturale “Campania, Bellezza del Creato”, con sede in Sant’Anastasia (NA), alla via Romani n°3 – Santuario di Madonna dell’Arco. Terre di Campania, che nell’ambito delle sue attività di valorizzazione del territorio regionale, già da lungo tempo dedica grande attenzione alla diffusione della conoscenza del patrimonio museale campano, ha voluto impegnarsi ancora una volta in tal senso. La nuova pubblicazione, realizzata secondo il format di una guida turistica, è dedicata, infatti, alla promozione dei musei presenti nei territori dei comuni dislocati lungo quello che un tempo doveva essere il tracciato della Via Appia. Nota anche con il nome di Regina Viarum, come la definì il poeta romano Publio Papinio Stazio nel I sec. d.C., rimarcando il suo importante ruolo di collegamento con il Sud e l’Oriente, e famosa per i numerosi monumenti funerari che ne delimitavano il percorso, la via Appia venne realizzata a partire dal 312 a.C. dal censore Appio Claudio Cieco, che regolarizzò una viabilità precedente che da Roma conduceva ai Colli Albani. Per la sua storia e per l’importanza che rivestì nel mondo romano e nelle epoche successive, la via Appia non è da considerarsi una semplice strada, ma un insieme di infrastrutture viarie che hanno consentito il passaggio di uomini, mezzi, eserciti, segnando il territorio nei secoli. Lungo la Via Appia si è avvicendato un variegato universo di civiltà, ognuna con la propria cultura, materiale e immateriale. Non sorprende, dunque, che presso i tanti comuni siti lungo l’antico tracciato siano sorti, in epoche più o meno recenti, diversi istituti e raccolte museali destinate proprio a tutelare, preservare e raccontare tali preziosi elementi, assolvendo alla funzione che li vede essere, per antonomasia, i luoghi deputati a questi fondamentali compiti. Si tratta di un patrimonio unico, per ricchezza e varietà, che merita, al pari degli altri aspetti legati alla valorizzazione dell’antica via romana, da quello architettonico a quello antropologico, di essere conosciuto e promosso, anche nell’ottica di favorirne la fruizione turistica. Da questa presa di coscienza nasce il progetto della pubblicazione “Via Appia, regina dei Musei”, il cui scopo è proprio quello di porre all’attenzione del pubblico la ricchezza e l’unicità dei musei presenti lungo l’antica strada. La pubblicazione sarà fruibile anche in formato digitale e ad essa è abbinata anche un’audioguida e una mappa, sempre digitale, dei luoghi interessati. All’evento di presentazione interverranno: Maddalena Venuso, Presidente Associazione Terre di Campania APS; Padre Gianpaolo Pagano, Priore del Santuario di Madonna dell’Arco; Anita Florio, Dirigente Regione Campania UOD 50.12.10.

Redazione Desk
Redazione Desk
Questo articolo è stato scritto dalla redazione di Road Tv Italia. La web tv libera, indipendente, fatta dalla gente e con la gente.
RELATED ARTICLES

ARTICOLI RECENTI