Tufino: chiude lo Stir, si rischia emergenza rifiuti

Lo Stir di Tufini chiuso a tempo indeterminato. Si rischia l’emergenza

di Redazione

Tufino – Lo Stir di Tufino chiude a tempo indeterminato. Lo ha deciso, con un’ordinanza, il sindaco del paese Antonio Mascolo. L’impianto di tritovagliatura, che accoglie i rifiuti urbani provenienti da 62 comuni della Campania (compresa una parte della città di Napoli), non avrebbe superato i controlli effettuati nei giorni scorsi. Secondo il sindaco di Tufino non c’è, al momento, garanzia di sicurezza in quanto lo stabilimento verserebbe in condizioni critiche.

La chiusura dello Stir ha già scatenato il panico: si rischia una nuova emergenza rifiuti. Il consiglio provinciale si è rivolto direttamente al Prefetto, richiedendo un intervento immediato per scongiurare la crisi e la riapertura dell’impianto di Tufino. L’amministratore unico della SapNa Enrico Angelone, invece, è già intervenuto con ricorso al Tar e denuncia alla Procura della Repubblica. “Il sindaco è un irresponsabile e sostiene cose non vere – ha dichiarato Angelone – gli altri impianti, che si vedranno arrivare 700 tonnellate di indifferenziato, andranno in crisi in 2-3 giorni”.

12 ottobre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.